Banner
Banner
05
Ott

Vino della settimana - Montello-Colli Asolani Doc Recantina Augusto 2016 di Giusti wine

on 05 Ottobre 2019. Pubblicato in Il vino della settimana

di Federico Latteri

Ci troviamo fra le colline del Montello e la Piave. Qui sorgono le tenute Giusti che circondano il territorio dell’Abbazia di Nervesa della Battaglia, nel Veneto orientale, fra Treviso, Venezia e Asolo. 

L’area di produzione della Docg Asolo Prosecco e della Doc Montello–Colli Asolani, si sviluppa a nord ovest della città di Treviso, nella prima fascia collinare pedemontana. È un territorio che si estende da est ad ovest. La zona di produzione del Prosecco Doc si trova nell’area Nord orientale dell’Italia. In cinque province del Veneto (Treviso, Venezia, Vicenza, Padova, Belluno) e in quattro nel Friuli Venezia Giulia (Gorizia, Pordenone, Trieste e Udine). Nella zona occidentale del Veneto, in Valpolicella Classica, Giusti gestisce altri due appezzamenti di eccezionale vocazione dove vengono prodotti l’Amarone della Valpolicella Classico Docg e il Valpolicella Ripasso Superiore Doc.


(La sede principale della Giusti Wine)

La cantina nasce nel 2004, con l’acquisto dei primi due ettari di terreno da parte di Ermenegildo Giusti, imprenditore trevigiano alla guida di un gruppo industriale in Canada, leader nel settore delle costruzioni nella West Coast. All’investimento iniziale, ed all’impianto del primo vigneto nel 2006, ha fatto seguito un massiccio piano di investimenti che ha portato all’inizio del 2016 ad una superficie di proprietà di 100 ettari, divisi in dieci distinte tenute, ubicati nel Montello e lungo la piana alluvionale della Destra Piave nel comune di Nervesa della Battaglia. Per Ermenegildo Giusti si tratta di un "ritorno a casa". La sua famiglia – Nobile di Conegliano dal 1600 – ha sempre avuto interessi e legami con la vitivinicultura (i primi vigneti risalgono al 1870): suo padre, Augusto, nato a Venissieux in Francia, produceva vino così come la famiglia della moglie, signora Maria Vittoria, dal 1945 attiva nella coltivazione dei vitigni tipici di questa zona: prosecco, bianchetta e verdiso.


(Ermenegildo Giusti)

L’attenzione per il lavoro, la qualità e la sostenibilità delle lavorazioni in campagna, la difesa della biodiversità, il ripristino della vegetazione arborea originale, la cura del bosco, la produzione di energia da fonti rinnovabili, la tutela delle acque rappresentano la "carta dei valori" di Giusti Wine. Una base forte, solida, sulla quale è in avanzato stato di realizzazione la nuova, moderna, cantina di vinificazione, ormai quasi al taglio del nastro, che permetterà il perfetto e pieno controllo di ogni fase della produzione dei vini prodotti. La nuova cantina nascerà in Tenuta Sienna, in quel "lembo" di terreno che raccorda i piedi del Montello, nella parte orientale, con la pianura. L'intervento risulta particolarmente impegnativo, l’area è sottoposta infatti a vincolo paesaggistico e si trova a non più di mille metri in linea d’aria dall'Abbazia di Sant'Eustachio. La sede principale della Giusti Wine è un borgo rurale di fine '800 della provincia di Treviso, all'interno della confluenza fra la tenuta Rosalia e la Tenuta Rolando. L'intera proprietà si sviluppa su oltre mille metri quadrati ed è stata restaurata, preservandone la personalità e la storia. Il recupero ha mantenuto, infatti, la tipologia rurale dei fabbricati considerati architettura del paesaggio agricolo e ha ripristinato l’antico cortile frontale, luogo delle lavorazioni agricole passate. L’accesso principale che porta al cortile prosegue attraverso il porticato, affrescato dal pittore Sergio Favotto. Si arriva così al vigneto di oltre 20 ettari della Tenuta Rolando e all’area naturalistica del laghetto con la torre in acciaio corten, da cui è possibile ammirare l’intero Montello, il fiume Piave e le Dolomiti, fulcro di una meravigliosa promenade che si snoda tra le vigne e due filari di gelsi. Oltre alla parte amministrativa e commerciale, con un salone di rappresentanza, una saletta convegni, una sala degustazione e gli uffici in open space, all’interno della sede si trova anche un wineshop, dove è possibile acquistare i vini prodotti dall’azienda, e la Country House Case Rolando, dove è possibile soggiornare in un ambiente accogliente dotato di tutti confort.


(La barricaia)

Nel sotterraneo della Tenuta Abbazia, invece, si trova la "barricaia", il luogo dove riposa per trenta mesi l’Umberto I, il vino-icona di Giusti Wine, il taglio bordolese che rappresenta la dimensione internazionale della cantina. Una barricaia dove la tecnologia, la cura del dettaglio, l’estrema attenzione e pulizia delle lavorazioni consente di ottenere un vino sontuoso, superbo, di spessore, in grado di confrontarsi senza timore coi bordolesi di ogni parte del mondo. Un vino che riposa per 30 lunghi mesi in barrique di rovere, sotto alle imponenti e austere volte di antichi mattoni. La barricaia e il vino sono dedicati al nonno di Ermenegildo Giusti, al “fondatore” di una tradizione che oggi è tornata prepotentemente in vita. 


(I vigneti Abbazia)

Noi degustiamo il Montello-Colli Asolani Doc Recantina Augusto 2016, un vino particolare ottenuto da una varietà autoctona a rischio di estinzione. Si tratta della Recantina, per l'appunto, coltivata nel Trevigiano da quasi 400 anni, praticamente scomparsa agli inizi del Novecento e oggi in via di recupero grazie al lavoro di alcuni produttori. Le uve selezionate vengono raccolte nelle tenute Emily e Aria Valentina durante la prima decade di ottobre. La vinificazione prevede una fermentazione in acciaio inox con circa 15 giorni di macerazione sulle bucce. Il vino matura per 12-14 mesi in botti di rovere di Slavonia e poi affina in vetro per un breve periodo prima di essere immesso sul mercato.

Nel calice si presenta di colore rosso rubino molto carico con unghia porpora. E' intenso all'olfatto con nitidi profumi di prugna matura, mirtillo, ribes, note floreali scure e un cenno terroso di sottobosco. Il sorso è fresco, di ottimo impatto gustativo, perfettamente corrispondente con l'olfatto e abbastanza lungo. Si riscontrano tannini delicati e una nota sapida in chiusura. E' un rosso di buona bevibilità che si distingue più per la ricchezza aromatica che per la struttura. Può essere abbinato a carni rosse o bianche cucinate in vari modi. Da provare anche con la selvaggina, volatili in particolare.

Rubrica a cura di Salvo Giusino

Giusti wine
Via del Volante, 4 - Nervesa della Battaglia (Tv)
T.  0422 720198
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
www.giustiwine.com
 

IL VINO IN PILLOLE

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY