Banner
Banner
02
Ott

Primo "sì" per i dazi americani all'Unione europea: sul piatto 7,5 miliardi di dollari

on 02 Ottobre 2019. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Il caso


(Donald Trump)

Svolta sul caso Dazi tra gli Stati Uniti e i paesi europei. Il Wto, l'organizzazione mondiale per il commercio, ha stabilito che gli Stati Uniti potranno imporre dazi agli europei per 7,5 miliardi di dollari come compensazione per gli aiuti illegali concessi al consorzio aeronautico Airbus.

Si tratta di una cifra record quella riconosciuta mercoledì dal Wto, e fa riferimento a una sentenza contro l’Unione europea per il dossier Airbus pronunciata a maggio 2018. Il pronunciamento odierno non chiude il contenzioso. Si prevede infatti che l’anno prossimo il Wto si pronuncerà su quanti dazi potrà imporre l’Unione contro gli Stati Uniti che a sua volta era stata sanzionata per Boeing. "Anche se gli Stati Uniti hanno avuto l’autorizzazione dal Wto, scegliere di applicare le contromisure adesso sarebbe miope e controproducente - scrive il commissario dell'Unione europea al commercio, la svedese Cecilia Malmstroem, in una dichiarazione - Restiamo pronti a trovare una soluzione equa, ma se gli Stati Uniti decidono di imporre le contromisure autorizzate dal Wto, l'Unione europea non potrà che fare la stessa cosa", aggiunge il commissario.

"Sia l'Unione europea che gli Stati Uniti sono stati considerati colpevoli dal sistema di risoluzione delle dispute del Wto per aver continuato a fornire alcuni sussidi illegali ai loro produttori di aerei - ha aggiunto Malmstroem - La Commissione ha già pubblicato ad aprile una lista preliminare di prodotti statunitensi su cui potrebbe imporre contromisure attraverso i dazi. LUnione eruopea è pronta a lavorare con gli tati Uniti per trovare una soluzione equa e equilibrata, ma se gli Stati Uniti decideranno di imporre contromisure autorizzate dal Wto, spingeranno l’Unione europea in una situazione in cui non avrà altra scelta che fare lo stesso".

Washington ha chiesto al Wto un risarcimento pari a 11,2 miliardi di dollari all’Europa e ora potrebbe colpire una serie di prodotti tecnologici (aerei e componentistica) realizzati nei quattro Paesi del consorzio Airbus: Regno Unito, Francia, Germania e Spagna e anche prodotti alimentari e beni di lusso. Un comparto questo che tocca anche esportazioni italiane, sebbene il nostro paese non faccia parte del consorzio.

C.d.G.

 
Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY