Banner
Banner
27
Ago

Liantonio: "Il clima è un'incognita. Servono nuovi approcci culturali e colturali"

on 27 Agosto 2018. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - L'intervento


(Francesco Liantonio)

Chiede cautela, lungimiranza e tanta attenzione ai suoi colleghi produttori pugliesi ed italiani, Francesco Liantonio, presidente di Valoritalia e titolare dell'azienda Torrevento a Corato in provincia di Bari. 

Il maltempo sta rendendo davvero difficile e complesso questo avvio della vendemmia 2018. E un'annata che si annunciava come quella di ripresa rispetto ai numeri disastrosi dello scorso anno, rischia di essere una fotocopia della stagione passata. "Ma badate bene - dice Liantonio - le cose possono cambiare nel giro di poche settimane. E in ogni caso lo scorso anno è stata davvero un'annata disastrosa. Quest'anno, magari saremmo tornati ai numeri normali, non eccezionali come si diceva in giro". L'emergenza maltempo in Puglia c'è, "ma sentendo alcuni colleghi, mi rendo conto che la situazione è così a macchia di leopardo in tutta Italia". In Puglia grandinate violente e "bombe d'acqua" hanno costretto i produttori a fare una scelta: "Siamo andati nei vigneti e abbiamo iniziato a raccogliere l'uva per portare quanto più prodotto possibile in cantina", dice Liantonio. Che spiega che fino a qualche tempo prima la situazione era ben diversa: "C'era fino all'inizio di agosto una situazione ottimale, con uve perfette e sane, anche in termini di quantità". Poi il tempo si è stravolto. "E' stato necessario anticipare la vendemmia - spiega Liantonio - Stiamo correndo per evitare danni ai nostri vigneti. Come saranno i vini? Aspetterei prima di dare dei giudizi. Mi pare che la situazione adesso sia sotto controllo".

I cambiamenti climatici ormai sono sotto gli occhi di tutti: "Credo che tutti ci siamo resi conto che non possiamo perdere tempo, stare lì a chiederci cosa fare, come farlo, quando farlo. Il clima è cambiato. Noi dobbiamo confrontarci e adattarci a questa nuova sitiazione, adattandoci ai cambiamenti. Lo scorso anno per sei mesi non abbiamo visto una sola goccia d'acqua. Quest'anno è stato tutto il contrario. Dobbiamo abituarci a questo, ma sono fiducioso nei miei colleghi". Per Liantonio non si può più aspettare: "Bisogna agire, senza perdere tempo - dice Liantonio - Adottare le giuste tecniche culturali e colturali in campagna, cambiare approccio, metodologia nel portare avanti i nostri vigneti, pensare a nuove tecniche per affrontare queste situazioni. Per esempio, nei miei nuovi impianti, metto meno piante per ettaro, lasciando più aria ai vigneti. Certo se poi di fronte ci troviamo vere e proprie calamità naturali, allora possiamo solo alzare le mani al cielo. Ma è fondamentale programmare e pianificare". Chiusura sulla questione qualità e quantità dell'uva italiana di quest'anno: "Sentendo colleghi e amici non dispero sulla qualità dei nostri vini - dice Liantonio - Mi dicono che tutti stanno intervenendo e bene. Credo che alla fine avremo un prodotto che potrà affrontare le logiche di mercato nazionale ed internazionale. Sulla quantità attenderei ancora. Ci sono troppi dati difformi. Si parla di un +20/+30 per cento. Ma rispetto ai numeri disastrosi dello scorso anno. E non mi pare che questi numeri possano risolvere la situazione di disequilibrio in cui ci trovavamo lo scorso anno. Torneremo di certo su valori più normali, ma credo che alla fine il saldo sarà comunque negativo rispetto alla nostra media storica". 

G.V.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY