Banner
Banner
19
Dic

Mai più vino che sa di tappo entro il 2019: "Non è una missione impossibile"

on 19 Dicembre 2017. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - L'intervento


(Carlos Santos)

di Maristella Vita

“Continueremo anche nel 2018 la ricerca per lo sviluppo in ambito tecnologico, con l’obiettivo di eliminare totalmente il problema del “Tca”, il tricloroanisolo, la sostanza che conferisce il cosiddetto sentore di tappo nel vino, entro il 2019”. 

Carlos Santos, Amministratore delegato della portoghese Amorim Cork Italia, il primo produttore di tappi in sughero al mondo, ribadisce l’importanza della quercia da sughero come risorsa primaria per la produzione di chiusure per il vino, e tira le somme di un anno di svolta tecnologica raggiunto grazie alla creazione del primo tappo monopezzo completamente garantito grazie ad un sistema di gastromatografia individuale. Un 2017 felice, dunque, per il gruppo che domina il settore dei tappi e che è impegnato sul fronte della ricerca e sviluppo da tempo con l’obiettivo di sradicare il problema dei problemi, il Tca. Mai più vino che sa di tappo, quindi. “Con l’innovazione che Amorim apporta al mondo enologico - afferma Santos - questa brutta presenza non si incontrerà più grazie alla diffusione di tecnologie in grado di riconoscere se nel tappo è presente una molecola di Tca, con una precisione fino ad uno 0,5 nanogrammi al litro”. L’Ad di Amorim continua raccontando l’impegno sociale del Gruppo, “che si traduce in annuali donazioni alle 35 Onlus che lavorano con noi e raccolgono ogni anno tra 50 e 60 tonnellate di tappi per il riciclo”. Ma lavorare con il sughero significa operare per la ruralità e la qualità ambientale dei territori. “Il valore della quercia da sughero - ribadisce - rimane un patrimonio valoriale del Mediterraneo ed una piantagione è in grado di partecipare positivamente alla prevenzione della desertificazione ambientale e sociale”. Attenzione alla sostenibilità e ricerca di innovazioni dunque si incrociano in Amorim per un buon proposito ribadito per l’anno prossimo: entro il 2019 si eliminerà la possibilità che un tappo in sughero “malato” comprometta un buon vino; nel frattempo l’augurio è quello di riciclare, soprattutto in questo periodo di feste.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY