Banner
Banner
21
Set

Gb, va a ruba il vino prodotto in India ma gli esperti sono dubbiosi

on 21 Settembre 2011. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Scenari

Tutto esaurito in tempi da record: l'ultima infatuazione dei britannici in fatto di vino è quello proveniente dall'India che, sebbene non abbia impressionato troppo gli esperti, ha conquistato il palato delle masse dopo che la catena di supermercati Waitrose l'ha messo in vendita per un breve periodo in una speciale sezione dedicata a vini insoliti di diversi angoli del mondo.

Grazie al suo inatteso successo, ora il nettare di Bacco indiano potrebbe essere venduto stabilmente dal supermercato. I due vini in vendita da Waitrose sono uno syrah dell'azienda vinicola Zampa, in vendita a 8,49 sterline e un viognier della Ritu, da 6,99 sterline, entrambi prodotti nella regione del Maharashtra, a sud di Mumbai sulla costa occidentale. Entrambe le aziende sono di proprietà della United Breweries, un colosso indiano degli alcolici di proprietà di Vijay Mallya. Matt Smith, responsabile degli acquisti di vino per Waitrose, ha spiegato di aver deciso di proporre il vino indiano perchè la qualità è di gran lunga migliorata negli ultimi tempi. «Le vendite hanno superato le nostre previsioni e stiamo pensando di aggiungerli permanentemente alla nostra gamma», ha detto Smith, aggiungendo: «Credo che i vini indiani si abbinino bene al curry, ma abbiamo deciso di includerli perchè sono buoni di per sè. Il bianco aromatico va bene per piatti speziati, ma entrambi i vini sono molto versatili grazie alla qualità delle uve dalle quali sono prodotti». L'India ha una lunga tradizione vinicola - con vigne piantate soprattutto nell'ovest del Paese, dove non fa troppo caldo e nelle zone più elevate - ma soltanto di recente i suoi vini sono stati in grado di competere sul mercato internazionale. Proprio quest'anno un sauvignon blanc prodotto da Sula Vineyards nel Maharashtra a vinto la medaglia d'argento ai Decanter world wine Awards, uno dei più prestigiosi premi internazionali. Guy Woodward, direttore della rivista Decanter, ha dichiarato: «Ci sono sempre più vini da diversi angoli del mondo, spesso regioni senza una lunga tradizione vinicola, e con risultati emozionanti. Maggiore conoscenza e tecnologia fanno sì che vini migliori che mai vengano prodotti in tutto il mondo. Negli ultimi tempi abbiamo visti vini da premio dalla Slovenia, da Santorini e dalla Cina. Certo, ci sono anche molti prodotti senza valore e non questi vini indiani non mi hanno impressionato in maniera particolare».

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY