Banner
Banner
22
Nov

La Famiglia Moratti punta sul Cannonau: in costruzione una cantina vicino a Oristano

on 22 November 2019. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Scenari


(Il castello di Cigognola)

di Emanuele Scarci

La famiglia Moratti esce dal Castello di Cigognola. E punta dritto sulla Sardegna. Esattamente sull'oristanese, al centro dell'isola, nelle aree viticole del Barigadu e del Mandrolisai, a ridosso della Barbagia.

Al momento il progetto d'investimento è top secret. Anche ieri, nel corso di una presentazione dei vini dell’Oltrepò pavese di Castello di Cigognola, l'azienda ha preferito glissare sul progetto sardo. Stella Holding dei Moratti controlla Stella Wines, cui fanno capo le attività vinicole della tenuta di famiglia: il Castello di Cigognola nel Pavese e le attività di Isteddu, che gestisce il business nell’area di vigneti storici della Sardegna. Stella Holding, con presidente Gabriele Moratti (figlio di Gian Marco e Letizia), ha avviato gli investimenti nel comprensorio rurale del comune di Neoneli. Il ceo di Stella Wines, Gian Matteo Baldi (manager di lungo corso, ceo in Sella & Mosca e direttore commerciale in Bertani e Feudi San Gregorio), ha acquistato quattro lotti (su 18) della zona artigianale di Neoneli per la costruzione della cantina e preso in gestione una decina di vigneti per una ventina di ettari.

Il comune di Neoneli in provincia di Oristano ha deliberato l'affitto e ha concesso a Isteddu (significa "stella" in sardo) la costruzione di una cantina di 6 mila metri cubi su una superficie di tremila metri quadrati. I vigneti presi in gestione sono lavorati da giovani del posto (il più vecchio ha 35 anni) che in futuro potrebbero avere un lavoro stabile. La cantina è una costruzione semplice, fatta anche con pietre del territorio. Ha un budget contenuto: 500 mila euro. E sarà pronta all'inizio dell'estate prossima. La prima vendemmia "è stata soddisfacente sotto l'aspetto qualitativo - commenta Baldi -. Siamo riusciti a tenere basso l'alcol, tra 12,5 e 13,5 gradi, e a ottenere una buona estrazione di polifenoli. Il nostro obiettivo è produrre vini fini con fermentazione spontanea". La vendemmia però è stata scarsa: -40% e saranno prodotte appena 20 mila bottiglie. Ora il vino è in maturazione presso una cantina cooperativa in attesa che termini la costruzione di quella di proprietà. E’ previsto che sia immesso in commercio nel 2021.

Neoneli è stata riconosciuta Città del vino. Dietro questo marchio ci sono le varietà Monica, Cannonau, Muristellu e Nuragus prodotte da 130 viticoltori su un centinaio di ettari. E le famiglie affittuarie del progetto Isteddu cos'hanno prodotto? "Di tutto - risponde Baldi - Ora le varie produzioni vanno separate e valutate. Non posso fare un'etichetta ogni mille bottiglie. Eccezionale il vino di una vigna del 1906: ha prodotto poco ma il vino sarà di grande qualità". Il polo del vino della famiglia Moratti è in posizione baricentrica rispetto a due delle acquisizioni più recenti realizzate da grandi produttori del Nord: Neoneli dista 140 chilometri da Alghero e da Sella & Mosca (600 ettari a corpo unico), rilevata per 62 milioni, nel 2016, dal gruppo Terra Moretti; mentre a Sud dista 170 chilometri da Cantina Mesa, nei pressi di Porto Pino, acquisita 2 anni fa da Santa Margherita. Infine, a soli 70 chilometria sud di Neoneli, si trova la tenuta Olianas del Gruppo fiorentino DCasadei (Castello del Trebbio nel Chianti Rufina e Tenuta Casadei in Alta Maremma), pioniere del vino in anfora. Ma in realtà il legame affettivo con la Sardegna della famiglia Moratti è antico, risale al 1962 con la nascita della raffineria di Sarroch, nei pressi di Cagliari. E da allora il legame non si è mai spezzato. 

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY