Banner
Banner
12
Dic

Le cinque arancine al burro più buone di Palermo

on 12 Dicembre 2011. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - La degustazione

Partiamo da un assunto. Quello che abbiamo assaggiato non ci ha esaltato. Il livello medio tende al basso e la cosa non ci fa piacere. Tuttavia riteniamo di dare un contributo di conoscenza a tutti i nostri lettori e speriamo che questa nostra iniziativa funga da stimolo per migliorare uno dei simboli del cibo di strada palermitano.

Con questa premessa vi raccontiamo di aver degustato le arancine al burro di dieci bar palermitani e di aver fatto un confronto per decretare quelle più buone. Alla vigilia - non vi sfugga il dettaglio – del giorno in cui i palermitani ingollano arancine a sfinirsi, ovvero il 13 dicembre, Santa Lucia, giorno che la religione cattolica nel capoluogo siciliano vorrebbe di digiuno dalla pasta e dal pane e che invece è diventato il giorno di una grandissima abbuffata di riso e patate. E quindi soprattutto di arancine. Sulla falsa riga dei ben più tecnici e rigorosi criteri di analisi sensoriale utilizzati per valutare il vino, abbiamo tentato un approccio simil/scientifico, almeno per quanto possa essere concesso visto la tipologia della pietanza. Così procedendo: all’esame olfattivo considerando il colore, la forma, l’impanatura, la compattezza; all’esame olfattivo la “finezza” della frittura; al gusto la croccantezza dell’impanatura e la sua consistenza, la qualità del riso, la sua cottura e il sapore. Per quanto riguarda il condimento abbiamo analizzato la qualità del prosciutto e il tipo di taglio, quella del formaggio utilizzato, la gradevolezza della besciamella e del burro. Nel giudizio finale si è tenuto conto della bontà complessiva. Alla degustazione ospite come guest star ha partecipato Roberto Puglisi, giornalista, curatore del sito www.livesicilia.it, e grande divoratore di arancine.

Andiamo quindi subito alle arancine dei cinque bar che ci sono piaciute di più:


Arancine del bar Bristol

Le arancine del Bristol di via Emerico Amari, 28. Belle alla vista, dalla forma compatta e invitanti. Ci è piaciuta sia all’olfatto, per una buon fragranza che sprigiona dall’interno, che al gusto dove ha riconfermato le sensazioni piacevoli. Appetitosa. Croccante la panatura. Gradevolissimi i chicchi al giusto grado di cottura e ben separati tra di loro. Ottima cornice per il condimento, saporito, equilibrato nel complesso con una buona qualità degli ingredienti. Buone per il sapore del burro e della mozzarella.
Prezzo: 1,70 €


Arancine del bar Gardenia

Le arancine del bar Gardenia di via Tommaso Natale, 87. Ci è piaciuta la doratura e all’olfatto sapeva di buona frittura. Il riso, leggermente insaporito con lo zafferano, ben si lega al condimento dove risalta la dolcezza soprattutto della mozzarella. Ottimo il prosciutto.
Prezzo: 2 €


Arancine del bar Spinnato

Le arancine di Spinnato di via Principe di Belmonte, 111. Buono l’odore di frittura e il colore dell’impanatura giallo dorata. Compatta e croccante. Al gusto prevale il burro, buono il prosciutto sfilacciato. Buono anche il retrogusto dolce del burro.
Prezzo: 1,80 €

  
Arancine del bar Massaro

Le arancine di Massaro di via Ernesto Basile 8. Hanno una buona impanatura, consistente e croccante. Molto saporita nel complesso.
Prezzo: 1,50 €


Arancine del bar Alba

Le arancine del Bar Alba di Piazza Don Bosco. Perfette nella doratura. Buona la compattezza dell’impanatura. Molto gustoso il ripieno.
Prezzo: 1,80 €

 
Da sinistra Maria Antonietta Pioppo, Massimiliano Montes, Roberto Puglisi

 
Roberto Puglisi in un momento della degustazione

Citiamo anche le arancine degli altri bar selezionati: quelle del bar Recupero, di Oscar, di New Paradise, di Matranga e del bar Marchese. 
Se i metodi di lavorazione sono differenti, comune a tutti purtroppo è un solo fattore, la nota dolente di questa degustazione: la qualità dell’olio usato. Abbiamo riscontrato odori che ci hanno fatto sospettare di un olio usato parecchie volte o addirittura scadente. Una pecca, da non sottovalutare, che denota poca attenzione all’ingrediente, alle materie prime, diffusa in particolare in questo settore della rosticceria. A conclusione dell'assaggio ci siamo lasciati quindi con questa considerazione. Partendo dal fatto che non hanno mai fatto male a nessuno e che dinnanzi alla loro appetibilità si è disposti a sorvolare su determinate cose, questo in fondo ne costituisce il fascino gastronomico, con qualche piccolo accorgimento in più si potrebbero pensare le regine della rosticceria anche come specialità importanti dal punto di vista nutrizionale, e non di massa o poco salubri. Cosa che nulla toglierebbe alla veracità del gusto che tanto ce le fa amare.
  
Hanno partecipato alla degustazione:  
Roberto Puglisi 
Salvo Giusino
Massimiliano Montes
Roberto Carnevale
Maria Antonietta Pioppo
Manuela Laiacona

Share

Commenti  

 
0 #1 Davide 2011-12-12 09:35 Le arancine del Bar Recupero le potevate evitare, visto che i prodotti di questo bar sono in caduta verticale da un paio di anni a venire. Citazione
 
 
0 #2 manlio 2011-12-12 12:39 che nostalgia del piccolo girarrosto… Citazione
 
 
0 #3 adriana 2011-12-12 12:45 baci Citazione
 
 
0 #4 Audrey 2011-12-12 12:57 Bell'articolo, mi ha chiarito le idee per Santa Lucia Citazione
 
 
0 #5 armando 2011-12-12 13:33 bellissimo articolo e bellessima idea, vi ho invidiato Citazione
 
 
+1 #6 geo 2011-12-12 13:34 le arancine più buone della Sicilia non si mangiano certo a Palermo..dalle mie parti ( Mazara ) sono ottime e si trovano ancora a meno di 1 €. A proposito: chi glielo spiega ai catanesi ed agli altri siculi che si chiamano 'arancine' e non 'arancini' ( come purtroppo sono convinti anche nel resto d'Italia?) Citazione
 
 
+1 #7 peter 2011-12-12 13:52 le migliori arancine sono quelle fatte a casa! Citazione
 
 
0 #8 Marco 2011-12-12 16:04 Citazione geo:
le arancine più buone della Sicilia non si mangiano certo a Palermo..dalle mie parti ( Mazara ) sono ottime e si trovano ancora a meno di 1 €. A proposito: chi glielo spiega ai catanesi ed agli altri siculi che si chiamano 'arancine' e non 'arancini' ( come purtroppo sono convinti anche nel resto d'Italia?)


Dissento! A Modica e nel ragusano si chiamano correttamente e orgogliosamente a r a n c i n e!!
Citazione
 
 
0 #9 piero 2011-12-12 16:06 Vorrei sapere se avete assaggiato anche le arancine del bar scatassa… Citazione
 
 
0 #10 paolo 2011-12-12 16:12 le arancine di una volta non esistono più, ma non esiste neanche la rosticceria di una volta( ve le ricordate quanto erano buone le ravazzate con la carne).vengono usati spesso materie non di primissima qualità, per quanto riquarda le arancine una volta erano buone quelle di caruso a piazza sant'erasmo il riso bianco , primo sale, caciocavallo burro ,tocchetti di prociutto e prezzemolo freschissimo una bonta, me le ricordo ancora anche se saranno passati venticinque anni. Citazione
 
 
0 #11 lillo 2011-12-12 18:21 Malox dopo le degustazioni? Citazione
 
 
0 #12 Orazio 2011-12-12 19:14 mi vien da ridere, chiamateli come volete, arancini (come si chiamano), arancine, però sarà un caso se a Palermo non se ne trova una gradevole al gusto ma al massimo un matassone di riso e sugo che al massimo rappresenta un timballo.
Gli arancini (o le arancine) buoni (o buone) si trovano a Catania ed a Messina, provare per credere.
A punta, croccanti in cima, mai il riso ammatassato (sfatto), condimento ricco ma mai impastato al riso, panatura buona e croccante, olio non rancido. e non c'è bisogno, a Catania e Messina, di cercarli col lanternino, sono loro che ti vengono incontro.
Non è questione nominale ma di sostanza, provare per credere.
Citazione
 
 
+1 #13 Fabrizio Carrera 2011-12-12 19:31 Le arancine al burro più buone della mia vita sono quelle del bar Crystal di Termini Imerese. Un piccolo bar gestito da palermitani ormai termitani d’adozione. Peccato che la nostra degustazione sia stata circoscritta a Palermo. Ma era comunque giusto dare uno spaccato su questo cibo di strada, icona del lifestyle panormita. Citazione
 
 
0 #14 Aldo 2011-12-12 20:01 Le arancine del Bar Scatassa,in assoluto,rimang ono le migliori di Palermo ! Citazione
 
 
0 #15 salvatore 2011-12-12 22:38 concordo con l'elenco di roberto & c., ma metterei al primo posto quelle del bar Gardenia .
P.S. avete provate le alte con : pollo, salsiccia, salmone, spinaci?
credo di non averne dimenticato nessuna.
P.S. 2
quelle con la carne sono …
provatele!!!!!! !!!!!!!!!
Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY