Banner
Banner
23
Lug

Champagne, ecco gli abbinamenti perfetti: tutti i consigli per non sbagliare

on 23 Luglio 2019. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - La degustazione

di Michele Pizzillo
Il Comité Champagne, com’è noto, rappresenta tutte le Maison che producono il “re” dei vini – o, meglio, l’immancabile presenza negli eventi da ricordare sempre -; oltre ad essere l’ente governativo impegnato nel controllo e promuovere una politica di qualità costante e di valorizzazione del patrimonio comune della denominazione. 

Il Bureau du Champagne Italia, che è l’emanazione italiana del Comité che ha sede nel cuore della regione della Champagne, Epernay, quest’anno ha deciso di fare qualcosa in più – almeno questo è sembrato a noi – dei compiti istituzionali “impartiti” dalla Francia. E, cioè, di dare qualche consiglio sul vino da abbinare ad alcuni dei classici piatti estivi italiani, visto la versatilità del re dei vini che, oltretutto, consente anche di sperimentare abbinamenti arditi.
Attenzione, consigliano dal Bureau italiano che ha sede a Milano, a scegliere lo Champagne giusto. E, così, per le cinque tipologie di Champagne più importanti, propongono un antipasto, il piatto principale e il dessert. Vediamoli, questi consigli.
 
BLANC DE BLANCS
Sono gli Champagne elaborati esclusivamente con uve a bacca bianca (Chardonnay o molto raramente altri antichi vitigni della regione) e caratterizzati per gli aromi delicati, arricchiti da note floreali e agrumate, talvolta minerali. I piatti consigliati sono il carpaccio di spada o storione affumicato come antipasto, spiedini di gamberi e verdure il piatto principale, cheesecake alla vaniglia il dessert.

BLANC DE NOIRS
Cioè gli Champagne ottenuti con le uve a bacca nera Pinot Noir e Meunier che possono anche essere assemblate. Il Pinot Noir conferisce al vino corpo e potenza, il Meunier assicura invece rotondità. L’antipasto è un classico della cucina italiana, prosciutto di Parma e melone, il piatto principale consigliato  è l’agnello in crosta di nocciola e il dessert zabaione di frutti gialli.
 
MILLESIMATO
Se i vini assemblati appartengono tutti a una sola e unica annata lo Champagne prende il nome di millesimato. La scelta di millesimare o meno uno Champagne spetta al solo al produttore, che decide di esaltare la pronunciata tipicità di una vendemmia. Uno Champagne millesimato sarà sempre un vino di carattere, contraddistinto dall’annata di produzione. E, quindi, va servito con insalate di mare, ravioli alla ricotta per il piatto principale e, infine, al dessert di gelato alla vaniglia e piccole madeleine.
 
ROSÉ
Lo Champagne Rosé si ottiene per macerazione (saignée) o per assemblaggio. La gamma cromatica varia dal rosa tenero al rosa intenso, mentre il gusto va dal molto leggero al molto strutturato. I piatti consigliati per gustarlo al meglio sono il culatello di Zibello con focaccia come antipasto, un gran bel piatto di spaghetti alle vongole e il tiramisù ai lamponi come dessert.
 
EXTRA BRUT O BRUT NATURE
Gli Champagne Extra Brut o Brut Naure sono quelli con il minor contenuto di zucchero residuale, espresso in grammi per litro. E, quindi, da servire con un ricco plateau di frutti di mare e cui fare seguire un trancio di San Pietro al forno e concludere con una torta di mandorle e altre varietà di frutta secca.  
Tutto sommato, piatti semplici, reperibili in ristoranti di qualsiasi livello e, spesso, preparati in casa. La conferma, perciò, della versatilità del re dei vini di maritarsi anche con alimenti alla portata di tutti.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY