Banner
Banner
16
Ott

Baffonero fa il giro del mondo: degustazione in contemporanea in quattro continenti

on 16 Ottobre 2015. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - La degustazione


(Alessandro Cellai)

da Milano, Michele Pizzillo

C’è voluto un produttore di grandi vini, Paolo Panerai – importante firmai) del giornalismo economico-finanziario e fondatore di Class Editori; un’azienda come Bt, British Telecom; un enologo, Alessandro Cellai, che sa parlare con i giornalisti del settore e gli appassionati di vino; e due campioni della Toscana enologica, per realizzare una degustazione unica, praticamente globale. Sfruttando le soluzioni di collaboration e la rete globale di Bt, infatti, è stato possibile condurre a livello mondiale una degustazione verticale di uno dei vini italiani più conosciuto: Baffonero.

Questa degustazione-evento ha avuto luogo in contemporanea in quattro continenti (da New York a Johannesburg, da Londra a Monaco di Baviera, da Madrid a Milano, da New Delhi a Shangkai), permettendo ai partecipanti nelle varie sedi, un centinaio di giornalisti e scrittori del settore del vino, intanto di apprezzare le caratteristiche del vino nonché di confrontare le annate. Condividendo, in tempo reale, commenti e punti di vista con l’enologo e con i loro peer di altre parti del mondo. Insomma, un’esperienza unica e i fortunati che vi hanno partecipato nelle sede di Settimo Milanese di Bt, ne sono usciti entusiasti sia per la qualità del vino degustato, sia per la calda accoglienza che Paolo Panerai ha riservato agli appassionati del vino in genere, non solo del suo prodotto; nonché per l’abilità dell’enologo sia di maneggiare la materia prima per produrre ottimi vini, sia di tenere in pugno i giornalisti con argomentazioni inconfutabili.
In degustazione Baffonero, prodotto in Maremma, nella Rocca di Frasinello, azienda nata come joint venture fra Castellare e Domaines Baron de Rothschild-Lafitte, il più famoso chateau al mondo.

Per Baffonero è utilizzato solo il merlot, che dà un vino dal colore rosso rubino praticamente impenetrabile visibile in tutti e sei i vini degustati: 2007, 2008, 2009, 2010, 2011, 2012; che al naso riserva una vera esplosione di fruttato con prevalenza di mora e mirtillo, avvolti da una lieve nota di vaniglia. Avvertibili i sentori di erbe officinali, cioccolato amaro e china. Il tannino è bilanciato da una percettibile sapidità. Il finale è lungo.
La Rocca di Frassinello è stata la seconda sfida di Paolo Panerai nel mondo del vino. Sfida vinta per la grande qualità del prodotto finale. Ed, anche, per il progetto di “Baffonero sfidante” nel senso di vino capace di competere con Masseto che – rammenta Panerai - dopo aver conquistato ik ratingo di 100/100 da Wine Spectator è diventato anche il primo vino italiano commercializzato dai negotiant francesi, come un premier cru classé. Sfida vinta perché adesso con la sua potenza e la sua eleganza Baffonero  è l’ambasciatore di una terra unica come la Maremma.
Dopo Castellare e Rocca di Frassinello, la terza sfida di Paolo Panerai è in Sicilia, con i Feudi del Pisciotto che si trova tra Caltagirone e Piazza Armerina alle spalle di un resort tutto da vedere. A cui è seguito l’azienda “Gurra di Mare” ubicata accanto all’antico porto di Selinunte, che produce vino bianchi da un uvaggio di chardonnay e viognier.

Ritornando alla degustazione-evento, il fondatore di Domini Castellare di Castellina (Dcc), Paolo Panerai ha sottolineato che “sin da quando questa idea ha cominciato a prendere forma siamo stati molto curiosi di vederne la realizzazione. Si tratta della prima volta che una degustazione si tiene in nove diverse sedi nel mondo, in contemporanea e in collegamento video, con oggetto la degustazione verticale di due fra i più riconosciuti vini italiani. A conferma che nella nostra cultura il vino ha il grande potere di unire le persone e creare connessioni e legami”.
Per realizzare questo evento, Dcc ha utilizzato le soluzioni di videoconferenza in alta definizione e la rete dei Custemer Innovation Showcase globali Bt, che sfruttano la performance e l’affidabilità del network Bt.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY