Banner
Banner
28
Mar

Cooking show/5, Lina Castorina (4 Archi): "Il trucco per far mangiare il cavolo ai ragazzi"

on 28 Marzo 2015. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - L'evento


(Lina Castorina - foto Mancuso)

È stato condotto da Lina Castorina, chef dei 4 Archi a Milo il quinto cooking show della prima giornata di TastEtna organizzato da Cronache di Gusto presso il Picciolo Resort di Castiglione di Sicilia.

Ingrediente principe del piatto presentato è il cavolo trunzu di Aci, presidio Slow Food. Si tratta di un cavolo rapa coltivato da sempre nel catanese in particolare negli orti di Acireale e delle località vicine. È di piccole dimensioni, ma è riconoscibile perché la parte edule presenta caratteristiche striature violacee, comuni a molti ortaggi coltivati nei terreni lavici dell'Etna. Come tutte le crucifere o brassicacee quali cavoli, ravanelli, broccoletti, contiene molti minerali e vitamine. La ricerca medica attribuisce a questi ortaggi anche una forte azione detossificante, importante per prevenire l'insorgere di forme tumorali. Proprietà esaltate dai terreni di particolare qualità e dall'ambiente in cui viene coltivato. Oggi gli orti non raggiungono l'ettaro di superficie e molte coltivazioni sono estese anche in altre aree dell'Etna a Milo, Adrano e in altri orti della cintura.


(Il cavolo "Trunzu" - Foto Mancuso)

“Nonostante di norma le nuove generazioni non amino il gusto del cavolo, questa pietanza è molto richiesta dai ragazzi nel mio ristorante - spiega Lina Castorina - e usando la fantasia questo ingrediente molto versatile si può utilizzare in mille modi” .
Il piatto è stato accompagnato da un Etna Rosso I Vigneri 2013 coltivato ad alberello da un nerello mascalese e affinato in anfore per sei mesi.


(La pasta "cu trunzu di Aci a stufateddu" - Foto Mancuso)

Pasta cu trunzu di Aci a stufateddu


Ingredienti

  • cavolo 
  • aglio
  • olio
  • pasta
  • salsa di pomodoro
  • cacio ragusano

Procedimento
Tagliare il cavolo e sbollentarlo per una decina di minuti. Quindi rosolarlo in padella insieme all'aglio e olio. A questo punto unite la salsa di pomodoro. Unire la pasta a metà cottura in modo che si impregni del condimento. Mantecarlo con scaglie di ragusano e servire fumante.

M.Z.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY