Banner
Banner
13
Nov

Dopo Milano un Open Baladin a Torino. Inarrestabile Musso: "Adesso mi dedicherò alla ricerca storica e sperimenterò nuovi metodi"

on 13 November 2013. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Il personaggio

Teo Musso inarrestabile.

Il produttore italiano guru della birra artigianale, dopo l'apertura prossima fissata per febbraio, di Open Baladin a Torino a breve distanza dall'ultima inaugurazione a Milano, si darà nei mesi a seguire alla ricerca e promette di stupire gli estimatori sperimentando metodi del tutto nuovi e innovativi. Nei prossimi sei mesi riprenderà in mano il lavoro di sperimentazione su come le vibrazioni sonore influiscono sul processo di fermentazione della birra e l’altra di tipo storico, ci anticipa. "Sono incuriosito di sapere come erano le birre prima dell’anno mille e di provare a ricrearle”. Il tutto con ingredienti sempre di eccellenza e una tecnologia di qualità che non contamina il prodotto, con meccanismi ultrafiltrati per bloccare il “sapore di altri tempi”. Non c'è molto da stupirsi, quando la birra nasce da un cultore che ama studiarla. Del resto Teo Musso ha rivoluzionato il modo di concepire la birra dandole proprio quella identità che prima era solo del vino.“Ho trascorso la mia adolescenza in campagna, tra vigneti e cereali. Ho amato questa bevanda inizialmente per conflittualità adolescenziale nei confronti di mio padre che mi faceva bere vino allungato con acqua. Ma oggi ho vinto la mia scommessa. Ho dimostrato a mio padre che non è detto che sia il vino il re del buon bere”.

È stato un percorso non privo di ostacoli quello di Teo e di Baladin. Oggi esistono 30 varianti di gusto e formato in continua evoluzione, dalle speziate Wayan e Nora, a quelle con malto puro Elixir, Leön, o le luppolate, Super Bitter, Nazionale, e le speciali Mielika, Mama Kriek, Zucca, Nöel Vanille, YI-ER, Etrusca o le Open, Open Rolling Stone, Open Riserva, Open Noir, e ancora, le birre solo alla spina: Nelson, Niňa, Brune. E per Natale 2013 ci presenta Nöel Cafè, la birra dedicata da Teo alle festività natalizie, corposa e aromatica ad alta fermentazione, rifermentata in bottiglia e non pastorizzata, nata a fine estate per darle il tempo di fermentare con calma e affinarsi in bottiglia per un lungo periodo così da presentarsi pronta ad esprimere tutti i suoi complessi profumi aromatici, dalla schiuma che esalta gli aromi complessi di frutta secca, di cioccolato e di caffè, tutto rigorosamente Slow Food. Anche nella forma: la bottiglia Baladin l’ha disegnata Teo per dare eleganza anche nell’aspetto a questo prodotto, così come il bicchiere, simbolo oramai della birra di qualità nel mondo. E continua ad avere le idee molto chiare: “Voglio riportare la birra alla terra, creo la filiera agricola producendo tutte le materie prime, auto-distribuite in varie parti dell’Italia.  Voglio che la mia birra sia un prodotto vivo e curo tutto nei massimi dettagli, dall’inizio alla fine del percorso”. Ha investito nella tecnologia, e il suo stabilimento conta i macchinari più avanzati, con impianti all’avanguardia di lucidatura e di pulizia per abbattere i batteri, che gli  permettono di coniugare artigianalità e qualità. Passione e studio, questo il suo segreto. L’identità di Baladin si vede anche nei locali, curati nei minimi dettagli da lui stesso. “Viviamo in un mondo di immagine e di apparenza  e non voglio che succeda una cosa del genere alla mia birra. Il brand Baladin oggi è sinonimo di eccellenza e per mantenere questo faccio ricerca tutti i giorni, per portare innovazione, trovare nuove strade, inventare nuove birre. Il mondo è pieno di sola immagine, ma la sola immagine non basta.” 

Rita Vecchio 

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY