Banner
Banner
11
Set

Diritti di impianto. Cioloş annuncia la regolamentazione sul controllo del potenziale produttivo europeo

on 11 Settembre 2012. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Vini e territori

Un passo avanti nella questione della liberalizzazione dei diritti di impianto che da mesi tiene in apprensione i Paesi produttori d'Europa, associazioni di categoria e piccoli produttori vedendoli assumere posizione contraria alla decisione della Commissione Europea, che ha previsto l'abolizione per il 2015 con probabile proroga al 2018.

Lo spiraglio viene annunciato dal  commissario europeo per l'agricoltura Dacian Ciolos che ha manifestato l'intenzione di voler introdurre una nuova regolamentazione sul controllo del potenziale di produzione di vino in Europa, dopo la fine dell'attuale sistema nel 2015, che si basa su diritti di autorizzazione di impianti di vigne.

La questione di come controllare la produzione è estremamente importante per l'Italia e gli altri Paesi produttori europei, in quanto la liberalizzazione degli impianti  e la conseguente creazione di nuove vigne, rischierebbe di mettere in ginocchio il settore in Europa. 

"Ormai abbiamo la certezza che sul fronte del controllo del potenziale produttivo di vino in Europa, dopo la fine del sistema attuale nel 2015, ci sarà; comunque un regime di controllo sulle superfici piantate a vigneti. Controllo in termini di non liberalizzazione", ha detto all'Ansa il ministro per le politiche agricole e alimentari Mario Catania, durante i  lavori del Consiglio dei ministri dell'agricoltura dell'Ue che si concludono oggi a Nicosia, in privincia di Catania. 

"Siamo ancora in una fase molto tecnica - ha spiegato il ministro - ma la cosa importante è che siamo riusciti a portare in fondo un lavoro serio che ci porta a guardare con fiducia all'avvenire".
 
Il prossimo 21 settembre, in occasione della riunione Ue ad alto livello per il settore vitivinicolo, il direttore generale per l'agricoltura della Commissione europea, Josè Silva Rodriguez, presenterà il quadro di intervento che si sta facendo strada per «una regolamentazione più efficace e più flessibile» della produzione di vino europea. 

C.d.G.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY