Banner
Banner
18
Ott

Vendemmia milanese a Panarea

on 18 Ottobre 2011. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Vini e territori

Li avevamo lasciati trepidanti nell’attesa della prima vendemmia lo scorso luglio a Panarea. Li avevamo giudicati due eroi a modo loro, perché hanno piantato mezzo ettaro di vigna nella casa di famiglia sfidando ogni difficoltà e rinunciando a tutto.

Li avevamo quasi invidiati per la scelta di abbandonare la vita milanese per le romantiche e frastagliate spiagge eoliane. Oggi assistiamo commossi alla loro prima vendemmia, al primo vero turnover che li ha resi definitivamente viticoltori.

Le uve di Andrea e Federica sono sane, i grappoli sono gonfi e pieni di succo, i loro volti sono orgogliosi e la fatica diventa solo un lontano ricordo. “Il 3 settembre abbiamo vendemmiato per la prima volta, è stato emozionante, una festa vera. Ci hanno aiutato un gruppo di amici e qualche turista curioso, ad ognuno di loro davamo un paio di forbici e dicevamo cosa fare. E’ stato faticoso ma molto bello”,ci racconta commossa Federica. Anche il vigneto era vestito a festa, con i palloncini colorati utilizzati sia come strumento per allontanare gli uccelli, che come decoro.

I 15 quintali di uve sono state  definitivamente trasferite in nave a Salina a Nino Caravaglio, che le lavorerà e le custodirà come figlie sue. Il potenziale è alto e la vinificazione è preziosa perché rappresenta il primo esperimento di uve a Panarea. “L’idea è quella di creare un bianco secco che abbia tutti i profumi della nostra isola. Vorremmo fare delle prove di lavorazione in anfora per cercare di mantenere il più possibile il prodotto nella sua naturale evoluzione. Non vogliamo fare un vino passito perché sarebbe automatico paragonarlo a quello di Salina. Il nostro vino porterà l’identità e il cuore di dove è stato creato - spiega Federica. E anche l’etichetta, in ideazione proprio in questi giorni, sarà fortemente caratterizzante – vogliamo che ci sia uno scoglio o qualche altro elemento riconoscibile. Abbiamo rinunciato sia alla Doc che all’Igt perché vogliamo riportare sull’etichetta in nome della nostra isola”.

L’imbottigliamento è previsto per aprile e l’intento è quello di presentare ufficialmente il vino al prossimo  Vinitaly. Nel frattempo si aspetta con trepidazione di stappare la prima bottiglia, il frutto del lavoro di questi anni, la soddisfazione di una vita.

Laura Di Trapani

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY