Banner
Banner
07
Gen

Il Sud che vince: il caseificio Vannulo celebrato dal Corriere della Sera

on 07 Gennaio 2015. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - L'azienda


(La tenuta Vannulo a Capaccio Scalo in provincia di Salerno)

Gian Antonio Stella non è solo un bravissimo giornalista del Corriere della Sera e scrittore. È un vero intenditore di cibo. Ha girato l’Italia da Nord a Sud, frequentato decine di locali “dai più infimi a quelli splendidi” e conosciuto realtà locali incredibilmente nascoste. 

Come Tenuta  Vannulo a Capaccio Scalo, a due passi da Paestum, in provincia di Salerno. Di solito è uno senza peli sulla lingua e non le manda di certo a dire, ma la bontà delle mozzarelle che si producono presso la Tenuta  è rimasta talmente impressa a Stella che stamattina gli ha dedicato un articolo sul Corriere della Sera. “La mozzarella è buonissima – racconta Stella -. E Tonino Palmieri (il proprietario della Tenuta) ha capito come si fa turismo”.

Un sito web in tre lingue, produzione con standard di qualità eccellenti. “La Tenuta sta facendo  quello che deve essere un esempio per tutti – ci dice Stella -. Il turismo è una cosa seria, un’industria. Non è che uno la mattina si sveglia, apre un bar e pretende che tutti vadano da lui”.

Per Stella ci sono vari esempi di eccellenza nel Meridione. “Prendo l’olio a Menfi in un’azienda siciliana – dice Stella che però non vuole fare il nome – e potrei raccontare di decine di luoghi dove la gastronomia è eccellente. Tra questi un ristorante a Sant’Agata dei Goti, in provincia di Benevento, che si trova in un posto difficile da raggiungere, ma che è sempre pieno. Perché loro hanno capito come si fa: cucina del posto e qualità eccellente”.


(Il giornalista del CorSera Gian Antonio Stella)

Stella, infatti, punta il dito contro quei ristoratori che “stanno facendo un po’ troppo gli internazionali – dice -. Non tollero che in un ristorante siciliano si trovi pasta e salmone, così come mi pare assurdo trovare la pasta con i ricci al Nord. Ogni Regione deve puntare sui suoi prodotti. Il turista, quando viene in Sicilia, per esempio, ha voglia di mangiare le cose del posto. Noi restiamo i primi per bellezze artistiche, archeologiche e culturali. Ed anche in fatto di cibo non ci batte nessuno. L’abbinamento turismo/gastronomia, ormai, dovrebbe essere automatico. Ma molti non lo hanno ancora capito”.

Per Stella, un buon ristorante “deve avere una cucina tradizionale di buon livello. Sembra strano, ma è difficile trovare, per esempio del buon cous cous nel trapanese”.
L’expo è imminente, ma Stella è fiducioso: “Di certo dal punto di vista della cucina non faremo brutta figura. La figuraccia l’abbiamo già fatta con gli arresti. Resta da capire quanti strascichi ci porteremo dietro”.

Degli elogi di Stella, è felicissimo Antonio Palmieri, titolare di Tenuta Vannulo: “Io sono un patito della qualità – dice -. La mia tecnica vincente? Il fatto che sono riuscito a creare un ottimo rapporto qualità/prezzo”.

In Tenuta lavorano 35 dipendenti che riescono a produrre e vendere dai 3 ai 5 quintali di mozzarella al giorno. “I miei prodotti si acquistano solo qui – dice Palmieri -. Nessuno li può prendere e portare nei negozi. Evitiamo due passaggi che permettono di mantenere i prezzi ragionevoli e far acquistare ai clienti i nostri prodotti migliori”.
Le mozzarelle, così come lo yogurt ed il gelato, vengono fatti con latte di bufala. Bufale che vengono allevate in una stalla super tecnologica che rispetta in primis gli animali.


(Antonio Palmieri, titolare della Tenuta Vannulo)

“Le bufale sono assolutamente autonome – dice Palmieri – e nella stalla si autogestiscono. Si fanno mungere quando ne sentono la necessità, si vanno a spazzolare se lo desiderano. Stress zero”.
In parallelo, ha aperto anche una rivendita di pellami. “Pelle ricavata dagli animali ormai a fine carriera. Nessuna bufala viene allevata ed uccisa solo per questo scopo”.

Terza generazione di allevatore, (dopo nonno e padre), ma grande spirito imprenditoriale, visto che fu lui ad avere l’intuizione sulla creazione di Tenuta Vannulo. “Progetti? Continuare a migliorarci – conclude Palmieri – e vedere se riusciremo a produrre il cioccolato al latte di bufala. Per ora stiamo facendo esperimenti ed assaggi per i nostri clienti”.

Giorgio Vaiana

Share

Commenti  

 
+7 #1 Famiglia Martelli 2015-01-07 20:59 Ho letto con particolare piacere quanto scritto da Gian Antonio Stella. Un bravo ad Antonio Palmieri e ai suoi collaboratori per il successo che sta ottenendo. Per noi piccoli artigiani che puntano sulla qualità la cosa più difficile è la scarsa conoscenza da parte del pubblico, di cosa significa qualità. Le multinazionali , in particolare, con la loro ossessionante pubblicità tesa ad disinformare i cittadini ci penalizza fortemente ma noi siamo fiduciosi nel futuro, perché crediamo che solo puntando sulla qualità potremo vincere e sconfiggere la"cinesizzazione" dilagante.
A tutti un augurio per un sereno 2015.
Dino Martelli
Pastificio Tradizionale Famiglia Martelli
www.famigliamartelli.it
Citazione
 
 
0 #2 Anna Barbato 2015-09-15 19:09 Siamo da un buon decennio clienti affezionati della Tenuta, e siamo felicissimi che una delle eccellenze della nostra amata regione Campania assurga all'attenzione dell'Italia intera. Bravo, Sig. Palmieri!! Continui a migliorare, e noi continueremo a deliziarci con i suoi prodotti creati con cura e attenzione. Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY