Banner
Banner
Banner
17
Mar

on 17 Marzo 2011. Pubblicato in Numeri Marzo 2011 - Numero 209 del 17/03/2011

IL DECRETO

Istituito dal ministero dell’Agricoltura un elenco di locali di qualità dove trovare il made in Italy senza brutte sorprese. Una targa sarà esibita dagli chef. La lista sarà disponibile anche on line

Ecco i veri
ristoranti italiani
all’estero

Una targa per certificare il vero ristorante italiano all'estero, quello che usa prodotti italiani e rispetta le ricette tradizionali evitando brutte sorprese come le false tagliatelle alla bolognese condite con le polpettine 'meatbals' o il tiramisù con il mascarpone del Wisconsin. È l'iniziativa promossa dal ministero delle politiche agricole attraverso un decreto che istituisce «l'elenco dei ristoratori di qualità all'estero». I locali e gli chef iscritti potranno esibire una targa con su scritto «Ottimo - Ristorante italiano di qualità» con il logo del ministero. Sarà anche predisposta un guida turistica on line che permetterà a chiunque di individuare i veri ristoranti italiani all'estero.
«L'obiettivo di questo decreto è rendere riconoscibili i ristoranti davvero italiani e promuovere anche i nostri prodotti agroalimentari all'estero» - commenta il ministro Galan presentando l'iniziativa assieme al deputato dei Responsabili Antonio Razzi che si batteva da tempo per una migliore tutela dei ristoratori italiani al'estero danneggiati da chi propone un finto made in Italy i cui danni al sistema economico agroalimentare italiano, secondo le ultime stime, si aggirano sui 60-80 miliardi. «Recuperare solo la metà di questa cifra - osserva Razzi - sarebbe un bel vantaggio». «Dei presunti ristoranti italiani che propongono parmesan non ce ne facciamo un bel niente - commenta il ministro Galan -, anche perchè se si mangia un finto made in Italy che fa schifo danneggia anche il prodotto originale».
Tra i requisiti richiesti per l'iscrizione nell'elenco di qualità dei ristoranti italiani all'estero c'è quello che il ristoratore abbia acquistato ingredienti di provenienza italiana, di cui una parte costituita da prodotti Dop, di proporre una carta dei vini con una significativa presenza di vini italiani, mentre per le pizzerie è previsto che il menu offra una selezione di birre italiane. Il menu deve anche presentare un piatto preparato esclusivamente con prodotti di provenienza italiana, secondo la tradizione della Dieta mediterranea e nella carta si deve inserire l'indicazione dell'origine delle materie prime utilizzate e illustrare la ricetta delle specialità tradizionali italiane.
Su progetto di Buonitalia, in collaborazione con Poste italiane, sarà anche attivato un sito di e-commerce per agevolare la vendita dei prodotti italiani all'estero.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni
Filippo Fiorito

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY