Banner
Banner
Banner
28
Ott

on 28 Ottobre 2010. Pubblicato in Numeri Ottobre 2010 - Numero 189 del 28/10/2010

RISTORANTI

Per la prima volta il locale stellato Michelin di Accursio Craparo a Modica si concede una lunga pausa lunga cinque mesi. La crisi colpisce anche la food valley siciliana?

Gazza Ladra, chiusura invernale

 

La Gazza Ladra di Accursio e Oriana Craparo, ristorante stellato, pluripremiato dalle maggiori guide e tra i primi cinque migliori di Sicilia, chiuderà dal 1° novembre a marzo del 2011, la data di riapertura è ancora da stabilire (con esclusione di Capodanno). Una decisione sofferta ed attuata per la prima volta. Le ragioni della decisione sono state rese note: il ristorante, di altissimo profilo, necessita di uno staff di 12 persone su 48 coperti disponibili. I limitati coperti giornalieri dei mesi invernali, mai diminuiti ma nemmeno aumentati (la media è da due a quattro), sembrano non essere sufficienti a garantirne il funzionamento. Da qui la decisione di Accursio e Oriana di chiudere per alcuni mesi e dedicarsi a lavori preparatori e di studio. Quindi di riaprire in primavera. Espressione della crisi in corso? Minore liquidità? Perdita di flusso turistico nella Sicilia orientale? Modica e Ragusa in affanno? Non lo sappiamo ancora con certezza. Quello che invece è certo, è il fatto che uno stellato vada in sofferenza per insufficiente flusso di clientela. Sembra proprio un bel guaio. Per tutti.

F. P.

Share

Commenti  

 
0 #8 Pinuccio La Rosa 2010-11-02 17:50 Caro Fabrizio, oggi un ristorante ahimè… vive non solo di gloria , ma anche di costi e di ricavi, quello che sta accadendo alla Gazza Ladra è un'episodio isolato con relative scelte aziendali della proprietà. La provincia di Ragusa ha avuto un ottimo 2010 con grande presenza di turismo di qualità, la ristorazione stellata si è ripresa rispetto al 2009 e in linea di massima tutto il comparto turistico ricettivo è in ascesa. Non mi preoccuperei più di tanto a mettere troppi punti interrogativi su un territorio che economicamente fa la differenza in sicilia, l'apertura del Golf Resort Donnafugata ci ha portato molto lavoro invernale con il giro dei golfisti, la prossima apertura dell'aereoporto sarà il grande volano per un turismo internazionale. Quindi la scelta del mio collega non la interpreterei come un problema congiunturale di un territorio , ma come una scelta opportunistica , magari per fare altro … con risultati più remunerativi.
Saluti e Baci da Ragusa
Pinuccio La Rosa
Citazione
 
 
0 #7 Laura Sforzesca 2010-10-31 13:42 La prima volta fu un successo. Almeno per il mio palato. Una cena finger-food eccellente. La seconda, una grande delusione. Piatti ben presentati, almeno esteticamente. Ma, a mio avviso, i sapori erano confusi in un'amalgama di ingredienti sicuramente di qualità, ma complessivament e poco entusiasmante. No, non me lo sarei aspettato da uno chef 'pluri-decorato'. Ed anche il conto mi ha lasciata di stucco: salato ed errato.
Si, forse una pausa era necessaria.
Citazione
 
 
0 #6 Francesco 2010-10-30 20:36 Caro Giovanni, anch'io vado a spasso, e francamente me la cavo benino :> Accetto la sfida: dimmi dove mangi, quali ristoranti ti piacciono e ti dirò chi sei. Sempre se la vuoi accettare.
P.S. Per G. Paternò: OK!!!!!!!
Citazione
 
 
0 #5 Giovanni Paternò 2010-10-29 18:42 Caro Accursio,
Perchè non apri a Palermo? potresti fare la fortuna tua e, specialmente, la nostra
Citazione
 
 
0 #4 giovanni 2010-10-29 18:06 Caro Francesco una volta un ex amministratore delegato della Fiat, un certo Romiti non se sai chi e', in un ristorante in Sicilia, si vide portare un conto molto elevato rispetto a quello che aveva mangiato e bevuto. Racconta allora un suo commensale che l'imprenditore che, certo non aveva problemi di soldi, si alzo' senza pagare. E mise la stessa cifra del conto salato in banconote in mano ad un cameriere. Della serie decido io come spendere i mie soldi E questa volta non uso citazioni latine ma locali. ''Mi futtisti na' vota e un mi futti chiu'''. P.S. ho girato un po' il mondo e sono stato in diversi ristoranti: da quelli lussuosi alle piu' squallide bettole e so distinguere quanto costa ''cio' che mi merito''. Buona cena anche a te. Citazione
 
 
0 #3 Francesco 2010-10-29 16:41 Da quanto leggo, la situazione è chiarissima: (1) Chi chiude non lo fa perché guadagna troppi soldi, ma perché ne fa troppo pochi. E la chiusura è un FATTO CERTO (2) Il commento #2 di Giovanni è anch'esso illuminante, e cioè insinuerebbe essere troppo caro. Il riferimento è al portafoglio. Come lui, immagino che altri clienti la pensino allo stesso modo, tant'è che Gazza Ladra chiude per alcuni mesi (si potrebbe fare un ragionamento successivo, ovvero quello che d'estate per l'affluenza turistica più consistente il ristorante ha meno problemi; mancherebbe comunque sia d'estate che d'inverno la fetta locale non disposta a pagare un conto così esoso). A questo punto risponderei a lui e a tutti gli altri che la pensano allo stesso modo così: (a) Suum cuique tribuere, meglio conosciuto come "unicuique suum" (b) caro Giovanni, non hai ciò che ti meriti, ti meriti ciò che hai. Buona cena. Citazione
 
 
0 #2 giovanni 2010-10-29 12:11 Caro Fabrizio, il guaio per la sospensione dell'attività della Gazza Ladra e' solo per le loro tasche. Ma può essere una fortuna per il nostro portafoglio. Homo faber fortunae suae, per citare i latini Citazione
 
 
0 #1 Ciccio Sultano 2010-10-29 10:50 Caro Fabrizio Carrera la provincia di Ragusa sta vivendo una bella stagione 2010, mi rivolgo a te dato che sei il patron di CDG, noi come ristorante Duomo e altri colleghi stiamo facendo un bel lavoro, inoltre nascono altri lavori di cene aziendali e molto turismo estero di grande qualità… dunque un'inverno grasso… devo dire tra i più belli da quando sono aperto…lo staff del mio locale ha compreso noi 19 elementi per 30 posti… La scelta del collega Accursio è aziendale e come tutte le aziende hanno delle mission a se… dunque rispetto la scelta del collega … ma ci tengo a precisare che non siamo in affanno… Il 2009 è stato disastroso per tutto il pianeta ovvio!! ma chi c'è la dura la vinta…(mi riferisco a fallimento aziendale) sono dispiaciutissim o per chi non è riuscito potessi darei un pezzo di me per aiutarli…
Ovvio che la bassa stagione non è l'alta stagione…
Ciccio Sultano
Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni
Filippo Fiorito

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY