Banner
Banner
Banner
14
Ott

on 14 Ottobre 2010. Pubblicato in Numeri Ottobre 2010 - Numero 187 del 14/10/2010

IL PRODOTTO

A Catania il locale di Salvatore Viglianesi nel quartiere popolare di Picanello, segnalato dal Golosario di Massobrio. Il segreto? Un grande forno in pietra e la tecnica di produzione

Pane buono?
Rivolgiti alla Madonnina

Quartiere popolare di Picanello, a Catania. L’esterno di una bottega alimentare all’apparenza anonima, quasi demodé. Per l’esattezza un panificio. All’interno una piccola rivendita di generi alimentari come quelle in auge 20 anni fa. Qualcuno (in realtà piu d’uno) ci dice che questo panificio qualcosa di speciale c’è l’ha!
Comincio a farmene una ragione: il continuo flusso di clienti non mi darà più del tempo necessario per soddisfare qualche curiosità. E già, perché la clientela affezionata (tutta) sa che l’ultima delle tre sfornate di pane giornaliera è già sul bancone, insieme alle pizze ed alle focacce ripiene. Infatti sono già dieci anni che Salvatore Viglianesi gestisce “La Madonnina”, quindi il suo pane è ben noto a tanti attenti catanesi che raggiungono il forno anche da diversi quartieri. Quale sarà il segreto di questo pane? La domanda sorge spontanea e la risposta è, in parte, proprio li davanti agli occhi; dieci metri di fronte a noi, proprio dietro il bancone, c’è il cuore del panificio: un grande forno a pietra.

 
Il forno in pietra

E non finisce qua… infatti come tradizione comanda il pane viene impastato con solo farina (proveniente da un mulino siracusano), lievito naturale (il “crescente”), acqua e sale; viene poi lasciato lievitare per una notte intera per poi essere steso e lavorato a mano, come i grissini con semi di sesamo, prima di finire nel maestoso forno alimentato a bucce di mandorle e nocciole. Il risultato? Un pane casereccio, ma non troppo, disponibile in diversi formati. E’ un pane che dura qualche giorno in più, anche se mangiato appena sfornato è anche meglio.



L’ingresso al panificio

Particolari che non vi sembrino romanticherie perché sono invece scelte consapevoli ed indiscutibili di chi sa che panificare è un arte e lo mette in pratica; proprio queste sono le scelte che gli regalano la preferenza dei clienti e che gli hanno fatto aggiudicare la segnalazione di Paolo Massobrio sul suo “Golosario” un libro guida sull’Italia del gusto.

Maria Grazia Rugolo

Share

Commenti  

 
0 #1 Liliana 2010-10-20 16:23 Non conoscevo questo "panificio"
,nonostante,il fatto di essere nata e cresiuta a catania, grazie alla curiosità nata dall'articolo soddisferò il desiderio di veder il cuore del panificio e provare il Pane.
Grazie.
Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni
Filippo Fiorito

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY