Banner
Banner
27
Feb

on 27 Febbraio 2010. Pubblicato in Numeri Marzo 2010 - Numero 155 del 04/03/2010

LA TELEFONATA DEL SABATO

Il produttore toscano ormai etneo d'adozione racconta i suoi progetti e parla di crisi e di territorio. E poi quelle varietà...

De Grazia
scommette
su vitigni
sconosciuti

Marco de Grazia è in partenza per Firenze e con lui scambiamo qualche chiacchiera sull’Etna. Il territorio, i vini, la crisi, la sua Tenuta delle Terre Nere a Randazzo, i mercati che lui conosce bene con la Marc de Grazia selection, società di distribuzione di tante etichette pregiate italiane nel mondo. E' in partenza ma martedì sarà a Palermo al forum sul vino organizzato da Cronache di Gusto. Ce lo ha assicurato.

Come sta il vino dell’Etna?
«L’Etna non esiste come vino in sè. Non è come un Chianti classico o un Barolo. È una creatura in costruzione».

La crisi tocca anche questa zona della Sicilia?
«La crisi tocca tutti ma con alcune differenze. Per esempio sull’Etna ci sono tanti piccoli che non hanno impianti commerciali e poi ci sono aziende ben salde dal punto vista commerciale. Si soffre in maniera diversa. Certo, chi ha una storia e un brand affermato sente meno gli effetti della crisi. Prendi Benanti o Franchetti, credo soffrano meno».

È vero che all’estero la situazione è peggiore?
«Sì, nel senso che le vendite del vino stanno subendo conseguenze peggiori. In Italia da questo punto di vista si sta meglio. Ma c’è un altro risvolto negativo».

Quale?
«Che con la crisi chi ha strutture comemrciali solide, di marketing e di pr e magari produce vini mediocri riesce a superare in termini di vendite chi fa vini migliori ma non ha strutture di comunicazione consolidate».

Tu stai superando la tempesta?
«Avverto gli scossoni ma senza vacillare. Metti i miei vini più cari. Due anni fa schizzavano dagli scaffali, ora la gente riflette di più. Ma grazie a Dio non ho problemi particolari. Il vino si vende».

La cosa che più ti ha impressionato negli ultimi giorni?
«Assaggiare i vini dell’annata 2009. Annata complicata sull’Etna, la più difficile da quando sono in Sicilia. Noi eravamo preparati e organizzati ma di fronte alla natura e al tempo non hai molto da fare. Ecco, malgrado tutto ciò, mi ha dato un sollievo enorme trovare vini splendidi. Vuol dire che l’Etna ha un potenziale straordinario. Se la vigna è gestita bene, se tutto lo fai con amore, il territorio ti ripaga. È una cosa rara. E per me, una sorpresa straordinaria».

Progetti?
«Sto piantando vitigni antichi, quasi scomparsi. Una varietà bianca che si chiama Giustolisi, il Nerello Bianco, che è un ossimoro ma esiste, il Mondonico Bianco, tutti  coltivati nella zona sud dell’Etna, a Biancavilla. Ho trovato anche del Nerello Mantellato che è completamente diverso dal Nerello Cappuccio. Eppure per i testi sacri dell’enologia si tratterebbe della stessa cosa».

Ti diverti?
«Ammetto di sì. Ma è anche una sofferenza perché devo aspettare anni per vedere i risultati. Mi spiace che non ci sia un’università o una Provincia che non si spende per il vino dell’Etna. Un territorio che ha prodotto risultati elevatissimi in tempi ridottissimi partendo da zero senza una memoria storica, se non quella dei contadini, il loro racconto orale. Di scritto non c’è nulla. Sestini? È vero, ma è troppo poco».

F. C.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY