Banner
Banner
02
Apr

on 02 Aprile 2009. Pubblicato in Vinitaly 2009

Grande distribuzione,
s'impone il Syrah

Entrare in un grande supermercato e mettere nel carrello una bottiglia di Nero d'Avola o di Syrah. Una scena in cui ci s'imbatte sempre più spesso a giudicare dai dati della ricerca che Veronafiere ha commissionato ad Iri-Infoscan sull'andamento del mercato nel 2008. Nonostante la crisi, infatti, nella grande distribuzione aumentano le vendite di vini a denominazione di origine. La fascia di prezzo va dai 5 euro in su. E quelli siciliani piacciono sempre di più.
"È un segnale incoraggiante - spiega Cosimo Gioia, dirigente generale del dipartimento Interventi infrastrutturali dell'assessorato regionale all'Agricoltura -. Nel contempo, è anche un input per le istituzioni che devono contribuire alla crescita del settore. Da sempre il gap per il nostro vino non si registra al momento della produzione, ma in quello della vendita. Come dire? Facciamo un ottimo vino, dobbiamo, però, saperlo vendere bene. Su questo fronte si concentreranno parte degli sforzi dell'assessorato nelle strategie future".
Se da un lato si registra il calo delle vendite del vino "da tavola" (dal brik ai grandi formati), dall'altro l'imbottigliato piace sempre di più ai clienti. E il Nero d'Avola si piazza al quarto posto della top ten nazionale degli acquisti. Nell'ordine: Chianti (Toscana), Lambrusco (Emilia Romagna), Barbera (Piemonte e Lombardia), Nero d'Avola (Sicilia), Vermentino (Sardegna), Montepulciano d'Abruzzo (Abruzzo), Bonarda (Lombardia), Chardonnay (Triveneto), Muller Thurgau (Triveneto), Prosecco (Veneto). Il valore delle vendite del Nero d'Avola si è assestato sui 26.653.650 di euro, facendo registrare un +1,9 %. Quasi otto milioni di litri. Proprio in riferimento ai litri venduti, c'è stato un calo (-6,4%) ma i consumatori hanno preferito bottiglie con un prezzo più alto. Alla fine il costo medio è stato di 3,37 euro.
Ancor più indicativa di come cambiano i gusti e le abitudini dei consumatori è la classifica dei vini che registrano un maggior tasso di crescita, vini che coniugano una gran qualità ad un buon prezzo. E qui che spicca il Syrah che, dopo Negroamaro (Puglia), Aglianico (Campania) e Traminer (Trentino), è stato il più venduto con un trend di crescita del 18,2 %.
Altri dati interessanti arrivano da una ricerca voluta dall'assessorato all'Agricoltura e riguardano la fisionomia vitivinicola siciliana. Nel 2000 per ettari coltivati e percentuale sul totale dei vigneti siciliani, le tre varietà principali erano: Catarratto (63.655 ha - 46,50%), Trebbiano (16.558 ha - 12,10%), Nero d'Avola (14.645 ha - 10,70%). Nel 2008 la situazione è cambiata con il Nero d'Avola che conquista terreno (19.196 ha - 16.05%), rispetto al Catarratto (36.619 ha - 30.61%) e al Trebbiano (7.454 ha - 6,23%).

C.d.G.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette
Banner
Banner
Banner

Facebook Fan Box

Banner
Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni
Alessandra Flavetta

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Stefania Giuffrè

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Giovanni Paternò
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it