Banner
Banner
13
Dic

#ArancinaDay, oggi preparate qualche tisana digestiva. Il menu di domani per riprendersi

on 13 Dicembre 2015. Pubblicato in Benessere & alimentazione

Come ogni anno, la tradizione siciliana vuole che per il giorno del festeggiamento di Santa Lucia (in particolare a Siracusa e Palermo), venga abolito il grano dalla tavola, o almeno vengano aboliti tutti gli alimenti prepararti dalla lavorazione di questo cereale, mentre viene concesso esclusivamente l’uso di grano intero. 

Questa devozione alla Santa, ha portato negli anni alla creazione di numerosi pasti a basi di riso e altri cereali da consumare durante l’intera giornata; simbolo di questa festività è sicuramente l’arancina, ovvero una palla di riso ripiena di condimento, rivestita di pangrattato e cotta per frittura. Come si può facilmente immaginare, questa giornata si trasforma molto spesso in un vero e proprio incubo per il nostro apparato digerente, frequenti sono tutta una serie di sintomi legati alla difficolta digestiva, di un pasto che se pur completo e genuino, il suo abuso può portare qualche fastidio all’apparato digerente.
Per limitare queste problematiche bisognerebbe sia ridurre le quantità ingerite che inserire una opportuna quantità di fibre, ma questo consiglio non credo venga seguito di buon grado; per questo motivo ho preparato una serie di accorgimenti alimentari sia per la giornata di Santa Lucia che per il giorno successivo, al fine di limitare le problematiche giornaliere e favorire i processi digestivi.

Primo consiglio, è la preparazione di una tisana a base di zenzero, finocchio e scorza di arancia e/o limone, da sorseggiare nelle pause fra i pasti, quindi a metà mattina, a metà pomeriggio e la sera dopo cena.
Ingredienti per 2 tazze di tisana digestiva

  • 400 ml di acqua;
  • 1 bustina di tisana al finocchio (oppure semi di finocchio, circa 2,5gr per ogni tazza);
  • 1 arancia (solo scorza);
  • 1 limone (solo la scorza);
  • 1 fetta di zenzero fresco (circa 5gr) o dello zenzero in polvere (circa 1,5gr);
  • Dolcificante

Questa tisana migliora i processi digestivi contrastando il fenomeno della dispepsia, o meglio dei sintomi legati questa problematica (gonfiore, sensazione di imbarazzo gastrico, eruttazione, nausea o bruciore di stomaco)
Lo zenzero è in grado di esercitare un’azione efficace contro la pesantezza e la sensazione di nausea, mentre il finocchio stimola il movimento intestinale favorendo lo svuotamento gastrico. La scorza degli agrumi contiene una sostanza che aiuta ad accelerare il metabolismo, fornendo quel piccolo aiuto nello smaltire l’eccesso di calorie ingerite.
La proposta della preparazione di alcuni frullati ed alcuni piatti viene riservata al giorno successivo, lo scopo è quello di aiutare il nostro organismo a smaltire l’eccesso di radicali liberi accumulati e cercare di bilanciare le calorie.

Colazione

Frullato di barbabietole

  • 1 pera matura
  • 1 mela matura
  • 1 piccola barbabietola rossa già lessata
  • 2 cucchiaini di zenzero fresco tritato
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • 2 bicchieri d'acqua
  • 1 carota

Cuocete al vapore la carota, lasciatela raffreddare ed affettatela. Affettate anche la barbabietola. Pelate e tagliate a cubetti la mela e la pera. Versate la frutta e gli ortaggi nel frullatore ed aggiungete succo di limone ed acqua. Frullate fino ad ottenere una bevanda dalla consistenza cremosa ed omogenea. La barbabietola garantisce l'effetto disintossicante di questo frullato, mentre la frutta apporta preziose vitamine.
 
Spuntino

  • Uno yogurt bianco di soia 

Pranzo

  • Vellutata di asparagi
  • 2 mazzi di asparagi
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 2 cipolle gialle
  • 3 spicchi d’aglio
  • 1 litro di brodo vegetale
  • 1 limone
  • Curry

Pulite gli asparagi, lasciandone da parte alcuni per la decorazione del piatto, e tagliate grossolanamente la cipolla: in una pentola larga fate rosolare le cipolle e l’aglio nell’olio e, quando saranno dorate, aggiungete gli asparagi. Coprite tutti gli ingredienti con il brodo e portate a bollore. Nel frattempo in un pentolino fate bollire dell’acqua e fate cucinare per pochi minuti gli asparagi che avete tenuto precedentemente da parte. Scolateli sotto l’acqua fredda e, per mantenere intatto il loro colore verde brillante, immergeteli in una bacinella con acqua e ghiaccio. Quando gli asparagi fatti cucinare nel brodo saranno soffici, passateli con il frullatore ad immersione: salate, pepate e unite anche il succo di mezzo limone. Versate la vellutata nelle ciotole e guarnite con le punte di asparagi, la buccia grattugiata del limone e una spolverata di curry.

Insalata detox

  • 1 lattuga (1/2 se molto grande)
  • 1 mazzetto di rucola
  • 1/2 finocchio
  • 1 avocado maturo
  • 10 ravanelli
  • chicchi di mezzo melograno
  • 20 noci
  • olio extra vergine d'oliva (meglio se ligure o del Garda)
  • Aceto di mele
  • Sale

Lavate le foglie di lattuga (meglio spezzettate) e la rucola, disponete in una ciotola con il finocchio e i ravanelli tagliati sottili, l'avocado a tocchetti, le noci. Estraete i chicchi di melograno, raccogliete il succo e aggiungete il tutto all'insalata. Condite con olio, aceto di mele, sale e succo di melograno.
 
Merenda

  • Frullato verde
  • 1 mela verde
  • Una manciata di spinaci
  • 5gr di zenzero fresco

Inserite i tre ingredienti nella centrifuga o nel frullatore: a piacere potete aggiungere del limone per rendere il centrifugato più leggero e dissetante al palato.
 
Cena

Zuppa di spinaci e lenticchie

  • Cipolla
  • 200gr di spinaci
  • 4 patate bollite
  • 200 gr di lenticchie cotte
  • Olio extravergine di oliva

All’interno di una padella ampia, fate soffriggere una cipolla tagliata finemente con un po’ d’olio. Aggiungete ora 200 gr di spinaci surgelati e lasciate insaporire; non appena cotti unite 4 patate bollite e 200 gr di lenticchie in scatola. Cuocete tutti gli ingredienti con il brodo caldo, circa mezzo litro, per circa 10 minuti. Terminato il tempo di cottura frullate il tutto con il frullatore ad immersione e accompagnate la vostra zuppa con una fetta di pane integrale.

Tagliatelle al cetriolo

  • 4 cetrioli medi
  • 150 g di pomodorini (circa 600 g)
  • 30 g di olive verdi
  • 1 cucchiaio di olio
  • Origano
  • sale

Lavate accuratamente i cetrioli, sbucciateli e poi tagliateli a listarelle sottili con un pelapatate, poi tagliate a metà ogni striscia in modo da ottenere delle "tagliatelle" di cetriolo. Frullate l'olio assieme al basilico, in modo da ottenere una salsa omogenea e infine aggiungete poco sale mescolando. Tagliate i pomodorini. Condite le "tagliatelle" di cetriolo con i pomodorini e l'olio al basilico e servite il piatto guarnendolo con olive e origano.
 
Buon appetito!

Andrea Busalacchi

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Video/1

Video/2

Video/3

Facebook Fan Box

Banner
Banner

Ultimi commenti

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Isidoro La Lumia, 98
90139 Palermo
tel. 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Marina V. Carrera
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni
Alessandra Flavetta
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Stefania Giuffrè

Francesca Landolina
Federico Latteri
Clara Minissale
Giovanni Paternò
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

Area Riservata