Banner
Banner

Banner

17
Mag

Ritenzione idrica, come difendersi mangiando

on 17 maggio 2013. Pubblicato in Benessere & alimentazione


La ritenzione idrica, è un fenomeno molto diffuso che interessa un gran numero di persone, ma in particole le donne; si ritiene che il 30% delle donne italiane soffra di questo disturbo (o crede di soffrirne).

Molto spesso tale fenomeno viene confuso con del semplice sovrappeso, causato da un eccesso di grasso corporeo, per questo si consiglia vivamente di consultare uno specialista per la valutazione del proprio stato di salute e della propria composizione corporea.
Una indicazione utile, è quella di controllare giornalmente il proprio peso corporeo, e quando questo subisce delle piccole variazioni nel giro delle 24/48 di 1-2Kg, queste sono probabilmente legate ai liquidi e non al grasso.
Tali liquidi generalmente tendono a depositarsi nelle zone predisposte all’accumulo di grasso, come addome, glutei e fianchi, formando una zona edematosa, cioè un anomalo rigonfiamento della parte interessata, che può favorire un’alterata circolazione venosa e linfatica, contribuendo così ad altri fenomeni localizzati (come la cellulite).

Ma da cosa è causata questa ritenzione?
Probabilmente la componente ormonale è di sicuro interesse, motivo per cui tale fenomeno è maggiormente espresso nelle donne piuttosto che negli uomini, ma lo stile di vita e le abitudini alimentari sono anch’esse delle componenti fondamentali.
Un eccesso di sodio nella dieta e l’assenza di movimento quotidiano, sono fattori predisponenti che con pochi accorgimenti possono essere superati. Nel caso del sodio, il primo consiglio è quello di ridurlo, e introdurre nella dieta alimenti che contengono più potassio; questo minerale aiuta a contrastare gli effetti del sodio favorendo la diuresi di questo elemento e di conseguenza la perdita di liquidi in eccesso.

Per ridurre l‘assunzione di sodio, basta seguire delle semplici regole, come:

non salare le pietanze
utilizzare poco sale durante la cottura
limitare il consumo di cibi conservati, cibi precotti e piatti pronti (molto spesso il sale aggiunto serve a rendere il prodotto più gustoso)
esaltare la sapidità dei cibi con spezie, limone o aceto tradizionale/balsamico

Mentre per gli alimenti ricchi in potassio e poveri di sodio, eccone alcuni esempi:

funghi
albicocche
piselli
prugne secche
patate
fagioli (non in scatola)
lenticchie (non in scatola)
miglio
quinoa
noci secche
ceci
broccoli
uvetta
carne rossa e bianca
curry

Un'unica raccomandazione è quella di non esagerare nella riduzione del sodio, in quanto elemento indispensabile per il nostro organismo.
Una ricetta interessante che vorrei proporvi e che racchiude alcuni di questi alimenti è lo sformato di miglio e quinoa:
Cuocere del miglio(circa 250g) e della quinoa (circa 100g) insieme in circa mezzo litro di brodo vegetale possibilmente preparato in casa. Cuocere fino ad assorbimento completo del brodo e lasciare riposare, in modo da far rigonfiare i cereali.
Sbollentare delle biete, scolarle e passarle in tegame con poco olio, uno spicchio di aglio e un pizzico di peperoncino.
Mescolare la quinoa e il miglio, con delle uova (circa 2) un pizzico di curry) e riempire delle piccole pirofile leggermente oliate. Condire con un 1 cucchiaino di pangrattato e un filo di olio extravergine di oliva la superficie di ogni sformato e gratinare in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 15 minuti. Rovesciare ogni sformatino sul piatto di portata e decorarlo con le biete calde, un cucchiaio di formaggio fresco light e servire.
Oltre gli alimenti sopra indicati è possibile utilizzare degli integratori naturali, che risultano efficaci nell’aiutare il nostro organismo ad eliminare i liquidi in eccesso, ma di questo ne parleremo in un prossimo articolo.

Buon appetito!

Andrea Busalacchi
Esperto in nutrizione e integrazione nutrizionale
Docente presso le Università Bicocca di Milano
e UniCt di Catania

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Fb: Andrea Busalacchi

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette
Banner
Banner
Banner

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Maria Casiere
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Anna Sampino
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it