Banner
Banner
30
Set

on 30 Settembre 2010. Pubblicato in Numero 185 del 30/09/2010

L’INTERVISTA

Giancarlo Gariglio, curatore della guida ai vini di Slow Food: “Troppe denominazioni creano confusione, ma rimane un grande interprete del territorio e va difeso e comunicato. Noi ne abbiamo segnalato uno nella categoria ‘Grandi Vini’”  

“Le varianti
snaturano
il Marsala”

“Troppe le denominazioni del Marsala, finiscono con il confondere anche gli addetti ai lavori. Difficile anche per noi conoscerle tutte”. Così ammette Giancarlo Gariglio, curatore di Slowine, la guida ai vini di Slow Food. Uno che se ne intende dato che ha appena finito di degustare ben 21.000 vini italiani per la nuova edizione in uscita. E ad un Marsala, anticipa senza rivelarne l'etichetta, avrebbe dato un posto d'onore inserendolo nella categoria “Grandi vini”. Sebbene il vino storico siciliano ancora trovi spazio nelle guide rimarrebbe, a detta di Gariglio, un vino da difendere a tutti i costi.

Nella nuova edizione della guida Slowine troveremo anche il Marsala?
“Sì. Uno in particolare lo abbiamo segnalato con la categoria ‘Grandi Vini’”.

Un posto di prestigio?
“Assolutamente sì. Diamo questa classificazione a quelli che sono i migliori per qualità organolettiche. E questo Marsala ha straordinarie qualità”.

Può dirci di quale Marsala si tratta?
“No non posso. La guida ancora deve uscire. Ma diciamo è intuibile. Posso aggiungere che abbiamo anche dedicato 5 schede a dei produttori di Marsala”.

Il Marsala può essere ancora un vino da guida?
“Sì e come lui anche gli altri vini ossidativi, una categoria che vanta eccellenze. Anche se per me sono tre. Il Marsala, la Vernaccia di Oristano la Malvasia di Bosa. Il Marsala infatti rimane un grande interprete del territorio e va difeso a tutti i costi e comunicato, per questo la guida si pone come veicolo privilegiato”.

Secondo lei cosa ha indebolito la sua immagine?
“Le politiche e le scelte produttive sbagliate che sono sfociate in non so quante varianti di Marsala che hanno finito con lo snaturare il vero Marsala”.

E sul disciplinare cosa pensa?
“Critico solo il fatto che vi siano troppe denominazioni. Non fanno che confondere persino gli addetti ai lavori. Nemmeno io le conosco tutte. Si dovrebbe limitare il numero. Però diciamo le dominazioni forse non interessano più di tanto, è un caso tutto italiano, anzi credo si stia assistendo proprio ad una disaffezione da parte dei produttori, basti vedere quanti Igt ci sono rispetto alle Doc”.

Il Marsala potrebbe piacere ai giovani?
“Potrebbe, anche se è difficile da capire e da recuperare. Una difficoltà comunque di comprensione che si ha quando si tratta di grandi vini, vuoi per il prezzo o vuoi proprio per la complessità delle qualità organolettiche. Per esempio neanche un Barolo è un vino semplice. A fronte di questa difficoltà è quindi fondamentale farlo conoscere, promuoverlo”.

Lei lo beve?
“Si mi piace molto, bevo le tipologie superiori”.

Manuela Laiacona

Tags:
Share

Commenti  

 
0 #1 Francesco 2010-09-30 09:47 Finalmente un parere chiaro: "Troppe denominazioni creano confusione". Sfrondiamo!!!!! !!!!!! E che cavolo… Citazione
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY