Banner
Banner
24
Feb

Il vino della settimana - Valpolicella Doc Superiore Ventale di Santi

on 24 Febbraio 2018. Pubblicato in Il vino della settimana

di Federico Latteri

Una cantina storica, un riferimento non solo per il territorio, ma per tutta Italia. Stiamo parlando di Santi, che si trova ad Illasi, nel cuore della Valpolicella. 

E che di questo vino ne ha fatto un'icona. Era il 1843 quando Carlo Santi fondò questa azienda vinicola in Val d’Illasi, piccolo borgo a pochi chilometri da Verona, giusto al confine tra le zone di produzione del Soave e del Valpolicella. Dopo di lui toccò ad Attilio Gino Santi, accademico della vite e del vino, che punta tutto sulla ricerca e sull'innovazione per diventare un'eccellenza non solo del tertitorio. Santi fu la prima cantina in Italia a implementare un modernissimo impianto di spumantizzazione negli anni '30 investendo nella messa a punto di un metodo produttivo per i vini spumanti tanto che furono in molti a copiarlo per fare "bollicine di qualità".

La terza generazione, rappresentata da Guido Santi, consolida la specializzazione della casa vinicola a favore dei prodotti di pregio, abbandonando completamente la produzione di vini comuni e compiendo in modo lungimirante quella svolta qualitativa a cui tutto il vino italiano guarderà nei decenni successivi. Dal 1974, Santi fa parte del Gruppo Italiano Vini. Oggi il suo vino-simbolo è il Ripasso Solane, ma Santi propone una gamma di vini pienamente rappresentativa delle eccellenze della Valpolicella e delle Venezie, ispirata dall’impegno a valorizzare le proprie origini e la cultura del territorio di riferimento. Dal 2016 enologo è Cristian Ridolfi. Il suo obiettivo è quello di selezionare nell’ambito di ciascuna vallata della Valpolicella i migliori filari sulla base delle caratteristiche di suolo, altitudine, esposizione e metodo di allevamento.


(Cristian Ridolfi)

Questo consente alla cantina di creare vini con uno stile unico, espressione della ricchezza del territorio nelle diverse vallate che lo compongono. "Il nostro obiettivo è quello di realizzare vini contemporanei utilizzando i principi fondamentali della tradizione della Valpolicella". La Corvina è il vitigno principe del terroir. Si effettuano passaggi in botti grandi, tipiche della tradizione italiana e della regione, e vengono utilizzati solo legni locali, quindi rovere, ciliegio, castagno e in minima parte acacia. Dal 2017 la cantina  ha aperto le porte al pubblico, non solo con una mini-enoteca dove acquistare i prodotti, ma anche effettuando visite all’interno della Villa padronale con percorsi di degustazione e cene tematiche. I vigneti si estendono per 120 ettari e si coltivano le varietà del posto.

La linea principale di produzione è "La cantina del Cavaliere", in omaggio ad Attilio Gino Santi, erede del fondatore e insignito della carica di Cavaliere della Repubblica. A completamento di gamma, vengono proposte altre Doc del veronese ed alcune eccellenze delle Venezie, quali il Pinot Grigio e Prosecco Millesimato Docg. De "La Cantina del Cavaliere", fanno parte i vini Proemio e Amarone della Valpolicella, Solane e Ventale. A completamento della gamma dei vini Santi, la linea "I Tenimenti" che presenta le Doc più significative della provincia veronese ed alcuni dei vini di maggior successo delle Venezie. In totale l'azienda produce poco più di 1,4 milioni di bottiglie.

Noi abbiamo assaggiato il Valpolicella Doc Superiore Ventale 2015. Si presenta con un colore rosso rubino abbastanza carico. Naso pulito con nitidi sentori di marasca e cassis arricchiti da una tenue speziatura. In bocca è fresco, agile, di medio corpo e presenta una nota sapida nel finale. Delicati i tannini e buona la lunghezza. Ha ottima bevibilità, è un vino che difficilmente stanca. Intensità di frutto coniugata a buona dinamicità, non eccessiva ricchezza. Si tratta di un vino adatto a numerosi abbinamenti. Va bene con formaggi semi stagionati, salumi, primi piatti, ragù. Buono anche con carni rosse dal gusto non troppo intenso. Ne vengono prodotte 20 mila bottiglie che sono vendute in enoteca al prezzo di 9,50 euro.

Rubrica a cura di Salvo Giusino

Santi
Via Ungheria, 33 - Illasi (Vr)
045 6529068
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
www.cantinasanti.it

 

 
Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Maria Casiere
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY