Banner
Banner
25
Ago

Le 10 (+1) migliori trattorie della Sicilia/2

on 25 Agosto 2016. Pubblicato in Dove mangio

 
Dopo la prima panoramica della migliori trattorie della Sicilia Orientale (leggile qui), oggi ci spostiamo dall'altra parte dell'Isola, tracciando una classifica degli undici (non abbiamo resistito ad inserirne una in più) migliori locali dove si mangia bene. 

Ma bene in senso ampio del termine, non solo collegato al cibo. Dove si trova un'atmosfera familiare, dove magari il tovagliato non è perfetto, dove ci sono i proprietari che ti accolgono come fossi uno di famiglia e dove il conto, alla fine, è sempre equo rispetto a quello che si è mangiato. Tra i locali troverete qualche volto conosciuto, altri meno. E, come sempre diciamo, queste classifiche non vogliono essere degli assoluti, ci mancherebbe. Siamo aperti a suggerimenti e indicazioni. Intanto provatele e fateci sapere che ne pensate.

Ecco la classifica delle dieci (più una) migliori trattorie della Sicilia Occidentale 
 
DIEGOLINA – TRAPANI



Tutto alla brace. Non si “scappa”. Perché questa trattoria è il retrobottega della macelleria di famiglia, che fornisce le carni presenti nel menu. A gestirlo, con passione, la famiglia Pellegrino, Diego, con la moglie Lina, da qui il nome simpatico del locale. Territorio e stagionalità sono sempre presenti nei piatti; spazio agli ortaggi, alle verdure e, naturalmente alla carne nelle più svariate classiche declinazioni con un occhio di riguardo al quinto quarto. Insomma, se siete amanti del genere, c'è da divertirsi. Da provare, oltre alla carne alla brace buonissima, il coniglio lardato, la trippa alla parmigiana e la pasta con le sarde. Venti etichette presenti nella carta dei vini. Servizio familiare.

0923 591202
Via Marsala, 104 - Guarrato
Chiuso: domenica a cena, ma solo d’inverno
Ferie: Mai
Carte di credito: tutte
 
CORONA – PALERMO



È il regno di Gianni Corona, ristoratore da sempre e grande esperto di cucina di mare. Ecco in sintesi le aspettative di questa trattoria nel pieno centro di Palermo. Occhio sempre al “menu del giorno” che varia in base ai prodotti disponibili al mercato e alla fantasia dello chef. Da provare, linguine con alalunga, capperi, pomodorini e menta; gli spaghetti al pesto rosso e al nero di seppia. Tra i secondi c'è da sbizzarirsi con il pescato del giorno ma se disponibili segnaliamo la zuppa di pesce o l'aguglia imperiale da fare in svariati modi. Buona selezione dei vini presenti nella carta. Servizio attento.

091 335139
Via Guglielmo Marconi, 9
Chiuso: domenica e lunedì a pranzo
Ferie: 14-31 agosto
Carte di credito: tutte
 
BUATTA – PALERMO



Per chi non fosse siciliano, buatta vuol dire barattolo. Questo perché molte pietanze preparate dallo chef Fabio Cardilio, vengono servite direttamente in un barattolo. Tipica cucina siciliana, con una scelta accurata delle materie prime. Selezione di appetizer tipicamente siciliani per antipasto, tra sfincione, arancine, panelle e sarde a beccafico. Poi, tra i primi, la tipica norma o spaghetti con l’anciova. Interessante il cous cous. Buona la selezione dei vini, così come le birre artigianali. Servizio premuroso

091 322378
Via Vittorio Emanuele, 176
Chiuso: mai
Ferie: 25 dicembre
Carte di credito: tutte tranne Amex e Diners
 
DON CICCIO – BAGHERIA (PA)



E’ una delle trattorie storiche del palermitano. Aperto dal 1943, si respira l’aria di un tempo, fin dall’inizio. Perché appena seduti, oltre ad indossare un bavaglino, si mangia un uovo sodo accompagnato da un bicchierino di zibibbo. Cucina siciliana, quella vera, tramandata di padre in figlio. Consigliati i bucatini con le sarde, con i broccoli arriminati o con il ragù di tonno. Tra i secondi, calamaro alla marinara o polpettone di carne. Discreta la carta dei vini. Servizio veloce.

091 932442
Via del Cavaliere, 87
Chiuso: mercoledì, domenica e festivi
Ferie: agosto
Carte di credito: tutte
 
OSTERIA DEI FOLLI – REALMONTE (AG)



I sapori di una volta nella città della Scala dei Turchi. Una nuova avventura enogastronomica nell'agrigentino intrapresa dal cuoco Pietro Caruana e dai suoi soci, Peppe Licata e Silvia Mendico, grandi appassionati di cucina e vini. A tavola solo prodotti del territorio, a “chilometro zero”. Ogni giorno c'è qualcosa di fresco, le ultime produzioni del bio orto: lo "sparacello", le fave e tutta la produzione di stagione. Viene proposto anche il capretto e il suino nero dei Nebrodi battuto al coltello nel ragù o nelle salsicce. Non solo carne ma anche pesce fresco. Grande spazio anche a salumi e formaggi Dop. Da provare il “Bruciuluni”. Carta dei vini ampia. Sevizio cortese.
 
0922 814185
Piazza Umberto I
Chiuso: mai
Ferie: variabili
Carte di credito: tutte
 
DA SALVATORE – PETRALIA SOPRANA



Un menu che contiene i piatti della tradizione madonita, con ricette che si tramandano intere generazioni. In cucina c’è Maria Ruvutuso, in sala il marito Salvatore. Occhio alla stagionalità dei prodotti e tanti presidi Slow Food alla base dei piatti, come la provola madonita o il fagiolo badda, oltre alle lenticchie di Villalba. Da provare la padellata, un riso speziato condito con lonza di maiale, petto di pollo e salsiccia che ricorda un po’ la paella. Carta dei vini buona con etichette tutte siciliane. Servizio cordiale.

0921 680169
Piazza San Michele, 3
Chiuso: martedì, aperto sempre ad agosto
Ferie: due settimane a luglio
Carte di credito: tutte tranne American Express
 
TERRE DI HIMERA – TERMINI IMERESE (PA)



Bisognerebbe andare solo per godere del paesaggio mozzafiato: da un lato le Madonie, dall’altro il golfo di Termini Imerese. Cucina casalinga con scelta attenta delle materie prime. Il pane è cotto a legna e preparato con grani antichi siciliani. I protagonisti della cucina sono soprattutto i secondi, preparati davanti al cliente spesso proprio alla brace, soprattutto di carne accompagnati da verdure e insalate raccolte nell’orto. Vini quasi tutti siciliani, servizio gentile. Prenotare sempre.

338 7908230
Contrada Villaurea
Chiuso: d’inverno aperto solo sabato e domenica a pranzo e cena; d’estate tutti i giorni solo a cena. Solo su prenotazione
Ferie: gennaio
Carte di credito: tutte tranne American Express
 
 
210 GRAMMI – TRAPANI



Aperto da un anno, si tratta di un locale arredato in maniera minimal e stile moderno. E’ l’evoluzione di un laboratorio di pasta fresca. E proprio quest’ultima è l’assoluta protagonista. Il locale prende il nome proprio dalla dose che viene servita al cliente: 210 grammi. Che corrispondono a circa 130 grammi di pasta normale. Ed è questo il must del locale. Tantissimi i sughi con cui viene condita. Lasciatevi consigliare. Da provare anche i taglieri di salumi e formaggi. Ma si può scegliere anche qualche piatto di mare. Carta dei vini con buone referenze isolane. C'è anche una selezione di birre artigianali. Servizio cordiale.

328 9260536
Via Giardini, 14
Chiuso: mai
Ferie: mai
Carte di credito: tutte
 
OSTERIA CAPPELLINO – SCIACCA (AG)



Non esiste il menu, ma i piatti vengono decisi in base alla disponibilità del mercato. Lasciatevi guidare dal proprietario. Se disponibile provate l’arancina di mare, poi tra i primi degni di nota i grandi classici, come spaghetti alle vongole e la pasta con le sarde. Discreta scelta dei vini. Servizio garbato.

347 8436140
Vicolo Cappellino, 24
Chiuso: lunedì, mai d’estate
Ferie: variabili
Carte di credito: no
 
AL RITROVO – SAN VITO LO CAPO (TP)



Per gli amanti del pesce e della cucina tipica trapanese, è una tappa obbligata. Piatti ricercati, che strizzano l’occhio alla tradizione ma rivisitati in chiave moderna dallo chef e patron Peppe Buffa. Pochi fronzoli e tanta sostanza, insomma. Da provare oltre a primi (buone le busiate con vari condimenti) c'è il tortino di pesce spada, il polpo con le patate, il calamaro ripieno e il pesce spada al pistacchio. Ottima la selezione di vini, quasi tutti siciliani. Servizio attento.

0923 975656
Via Cristoforo Colombo, 314, località Castelluzzo
Chiuso: mai
Ferie: mai
Carte di credito: tutte
 
DA GIANNO’ E FIGLI – SFERRACAVALLO PALERMO (più uno)



Se cercate lusso, tovagliato di un certo pregio e piatti di porcellana, non andate. Ma se volete mangiare una pasta con i ricci respirando l'aria del mare allora è la scelta giusta. Si mangia, quando il tempo lo consente, nella terrazza con vista sul golfo di Sferracavallo. Cucina legata al territorio e alla tradizione. Ovviamente la scelta è su piatti di mare. Per noi unica: la pasta con i ricci. Ma sono buoni anche i frutti di mare: fasolari, occhio di bue, vongole...Carta dei vini essenziale. Servizio familiare.

Piazza Beccadelli, Sferracavallo
Chiuso: lunedì, mai d’estate
Ferie: variabili
Carte di credito: tutte

C.d.G.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette
Banner
Banner
Banner

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Maria Casiere
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Anna Sampino
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it