Banner
Banner
Banner
07
Nov

Il vino? la sua storia parte da Roma, parola di Dna

on 07 November 2011. Pubblicato in Cosa leggo

Il nuovo libro di Giovanni Negri: 78 vitigni UE pronipoti del vitigno di Marco Aurelio


Da sinistra Attilio Scienza, Giovanni Negri e la copertina del libro

«Nessun albero prima della sacra vite tu pianterai», scriveva Orazio. Ed in effetti proprio la vite e il vino furono per l'antica Roma un simbolo importante ed anzi uno strumento di colonizzazione.

Tanto che ancora oggi, «ben 78 vitigni europei risultano i pronipoti genetici del vitigno affidato dall'imperatore Marco Aurelio Probo alle proprie legioni, nel 280 d.C., perchè fosse impiantato in ogni terra dell'impero, dalla Britannia alla Pannonia». A rivelarlo raccontando anche la scoperta fatta dall'equipe di Attilio Scienza, professore di viticoltura all'Università di Milano e studioso di genetica della vite, in collaborazione con Carole Meredith dell'Università di Davis (California), è un saggio di Giovanni Negri ed Elisabetta Petrini che esce per la Mondadori. Roma Caput Vini «non è uno slogan‚ una tesi storica.

O una prova provata, una verità scientifica dal riscontro storico stupefacente, una 'pistola fumante’ affondata nel dna dei vini europei», scrive Negri, un passato di impegno politico (negli anni '80 è stato segretario del partito radicale poi parlamentare europeo) un presente da imprenditore e appassionato di vino (lo produce nelle Langhe) nonchè scrittore, sempre di storie legate al vino (un anno fa ha pubblicato con Einaudi 'Il sangue di Montalcino’ un giallo in cui si indaga sull'uccisione di un enologo).
In due sezioni e 17 divertenti capitoli da 'Il caso vuole a 'Roma Caput vini 2012 d.C' passando anche per 'Bunga Bunga’ e 'Pompei Vegas', il libro -scritto con la collaborazione dell'economista Elisabetta Petrini, che ha fatto una ricerca sull'origine dei nomi dei vini europei - ricostruisce la storia del vino a Roma, che ha il suo momento cruciale nel secondo secolo a.C, quando il vino, prima una bevanda di lusso per patrizi, diventa vinum, nutrimento e piacere di massa.

Dalle osterie di Roma alle feste sfrenate a Pompei, dalla personalissima guida enologica di Plinio il Giovane alla combinazione vino-cibo-sesso, dalla scelta di esportare le coltivazioni in tutte le regioni dell'Impero all'epoca del proibizionismo, un tour sorprendente all'insegna del vino nell'antica Roma. Chiude l'excursus un'appendice del professor Attilio Scienza con la 'La storia della civiltà europea raccontata attraverso l'origine dei suoi vitigni’.

 

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner
Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Isidoro La Lumia, 98
90139 Palermo
tel. 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni
Alessandra Flavetta
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Stefania Giuffrè

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Giovanni Paternò
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it