Banner
Banner
19
Gen

Asprino in versione metodo classico, la scommessa dei Martusciello

on 19 Gennaio 2012. Pubblicato in Cosa bevo


Alberata aversana

di Fabio Cimmino

Paolo Monelli nel suo bel libro "Il vero bevitore" scrive : "L'Asprino, era ancora piena estate, me lo andavo a bere come aperitivo: fresco di grotta, acidulo, pallidissimo, fra il color paglia e il verdolino".

Monelli cita il Redi a cui non piaceva: "quel d'Aversa acido asprino/ che non s'è agresto o vino". Papa Paolo III Farnese lo beveva "per vincere i calori dell'estate e anche per purgare gli umori del corpo". Insomma non mancava in nessuna cantina, bettola o tavola illustre quando, d'estate, occorreva dissetarsi con qualcosa di diverso dall'acqua. Veronelli lo paragona ai vinhos verdi portoghesi. Soldati lo assaggia per la prima volta e ne rimane strabiliato: "non c'è bianco al mondo così assolutamente secco come l'Asprino: nessuno.

L'Asprino profuma appena, e quasi di limone: ma, in compenso, è di una secchezza totale, sostanziale, che non si può immaginare se non lo si gusta. Ma che vino! Che grande "piccolo vino"! Terra di cipria rossa, una sabbia rossastra e finissima, coltivata con vitigni nella tipica alberata aversana consociati ai pioppi fino ai 15 metri d'altezza ! Un vino fresco, leggero, dissetante che oggi ritroviamo, probabilmente, nelle sue migliori espressioni quando spumantizzato.

La famiglia Martusciello ne produce anche un numero limitato di bottiglie metodo classico che rimane non meno di 48 mesi sui lieviti. Giallo paglierino intenso e luminoso, dai riflessi verdolini. Spuma di ottima consistenza e perlage fine e persistente. Naso di fiori ed erbe aromatiche, di lieviti e frutta gialla. Al palato entra fresco, si distende cremoso chiudendo asciutto e pulito. Una bollicina d'autore splendida come aperitivo ma anche, grazie alla sua importante struttura, valida per accompagnare tutto un pasto. Ideale per augurare a tutti i lettori di Cronache di Gusto un sereno 2012. Cin, cin!

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette
Banner
Banner
Banner

Facebook Fan Box

Banner
Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni
Alessandra Flavetta

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Stefania Giuffrè

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Giovanni Paternò
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it