Banner
Banner

Banner

20
Mag

on 20 maggio 2010. Pubblicato in Cosa bevo

COSA BEVO

Esce il bianco 2006 da uve Carricante. A quattro anni dalla vendemmia, un record per un vino siciliano

Calabretta,
il tempo
soprattutto

Se, a metà del 2010, un produttore di vino porta allo scaffale un bianco del 2006 quale sua ultima annata, ci troviamo di fronte ad un evento più unico che raro. Oppure ad un folle. Oppure a tutti e due. Maggiormente se si tratta di un vino siciliano, che in buona parte dei casi è meno adatto ai lunghi invecchiamenti. Chi segue l’azienda Calabretta sa, però, che non è un caso. Il produttore, situato in quella parte dell’Etna che oggi sta riscontrando i maggiori consensi e successi, il fronte nord/nord-ovest, a Calderara, tra Castiglione di Sicilia e Randazzo, opera in regime di biologico/biodinamico con una lavorazione vecchia maniera. Aderisce a Triple “A” (Agricoltori - Artigiani - Artisti).
La vigna di questo bianco, estesa un solo ettaro, è a 700 metri s.l.m. ed è allevata ad alberello disposto a spalliera con pianta bassa, la densità di 5500/6000 ceppi con un’età di oltre 100 anni. I vitigni sono carricante per il 90% e per la restante parte minnella bianca e la produzione è complessivamente di 25 quintali. Il suolo è nero con sassi misti a sabbia. La vinificazione è classica: dopo la diraspatura e la pressatura soffice, il mosto fermenta con lieviti naturali e affina in tini di acciaio. Il prodotto totale è di 3.000 bottiglie.
Le caratteristiche del vino sono affascinanti a partire dal colore, un giallo oro carico e brillante che traccia chiaramente il diverso affinamento. Il naso fruttato è una folle e riuscita fusione tra note fruttate e balsamiche. Rosmarino, alloro ed eucalipto di innestano su note di nespola, pesca, mela cotta e buccia di cedro. Minime le note ossidative, peraltro imbrigliate nell’armonia complessiva dell’olfatto. Pietra focaia, polvere da sparo e sentori iodati ricordano il luogo di origine. In bocca, la preziosità del tessuto e l’elegante freschezza esaltano una sapidità di tipo minerale. Il finale è bilanciato, di buona persistenza, finemente amarognolo. Prezzo allo scaffale: 13 euro.

Francesco Pensovecchio


Calabretta - PRO.MA.T S.a.s.
Via Antiochia 2/4 sc II - 16129 Genova
Tel./Fax. 010.5704857
Sede operativa e cantina
Via Bonaventura 178 A - Randazzo (CT)
http://www.calabretta.net/
 

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette
Banner
Banner
Banner

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Maria Casiere
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Anna Sampino
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it