Banner
Banner
Banner
08
Set

I vini che mi emozionano/1: Ribolla 2007 di Josko Gravner

on 08 Settembre 2015. Pubblicato in Cosa bevo

Scrivo di getto queste righe dopo un assaggio di quelli da annotare con un casuale gruppo di compagni di bevuta. Nel calice c'è la Ribolla 2007 di Josko Gravner, il produttore di Oslavia, Gorizia, forse il primo in Italia a ricorrere alle anfore per affinare i suoi vini. 

Lo dico subito: l'assaggio è memorabile. Bevo e mi vengono in mente i luoghi di questa terra di mezzo sopra Gorizia. Annuso e riaffiorano odori e parole. Soprattutto quelle - pochissime e folgoranti - di Josko quando gli chiedo se lui in fondo si senta più italiano o più sloveno. "Mi sento cittadino d'Europa". Il vino ha un colore spiazzante: otto anni non sono pochi e l'aranciato con riflessi ambrati è il suo biglietto da visita. Qualcuno lo chiamarebbe orange wine. Ma qui c'è qualcosa di sfuggente e non catalogabile. Al naso è molto complesso. C'è un rincorrersi di sensazioni: la resina di alberi alpini, e poi sottobosco, note di eucaliptus, anice, capperi. E ancora finissime note balsamiche.  La bevibilità tocca punte altissime. Nel senso che ne bevi tanti sorsi e non te ne accorgi.

Tra una certa tannicità, dovuta alle lunghissime macerazioni sulle bucce di questa ribolla, e l'acidità è un gioco di acrobazie disarmanti. Una corsa in cui si avvicendano prima una sensazione e poi l'altra. Il palato sembra che venga scavato dal sorso vinoso. Finissimo. Pieno. Intenso. Leggiadro. E soprattutto una coda di infinita freschezza dove risentite il bosco, cenni di mandorla, e sensazioni di talco. Grande piacevolezza. Uno sballo per chi ama il bere pensato, ragionato, non superficiale.


(Roberto Cusimano, Emanuele e Francesco Cottone, Angelo Cusimano e Gabriele Carbone. Dietro Giuseppe Cusimano e Martina Tinnirello)
 

Se dovessimo dare un punteggio che tanto piace al pubblico anglosassone diremmo 95, forse 96, centesimi. Conosco Josko Gravner (ne abbiamo parlato qui) sono stato un paio di volte nella sua casa-cantina di Oslavia e ho assaggiato parecchie cose. Ma questa Ribolla è tra i vini più riusciti che abbia mai bevuto. Ed il bello è che questo millesimo, il 2007, è solo all'inizio del suo percorso sensoriale e gustativo. Voglio pensare che il culmine arriverà tra un po' di tempo. Non è un vino per tutti. E non fate l'errore di berlo troppo freddo. I 14/16 gradi, secondo me, sono l'ideale. Cercatelo. In enoteca costa sui 55 euro. Un investimento.

F. C.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner
Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni
Alessandra Flavetta
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Stefania Giuffrè

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Giovanni Paternò
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it