Banner
Banner
09
Apr

Centinaio contro Trump: "Se mette i dazi fa sgarro all'Italia. È un'idea stupida"

on 09 Aprile 2019. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Vinitaly 2019


(Gian Marco Centinaio - ph Ennevi VeronaFiere)

di Roberto Chifari

Secondo Coldiretti l'intenzione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump di imporre dazi per 11 miliardi di dollari sui prodotti europei andrebbero a colpire l'agroalimentare made in Italy. 

Un danno stimato in 1,5 miliardi di euro. Non si è fatta attendere la risposta del ministro delle politiche agricole Gian Marco Centinaio al Vinitaly. "Mettere i dazi non serve a niente, perché dazio chiama dazio - dice il numero uno del Mipaaft - Trump mette i dazi sull'Italia e noi li metteremo sugli Stati Uniti e di nuovo Trump li metterà su vari prodotti. E ci saranno problemi per tutti coloro che importano ed esportano. È stupido mettere i dazi, non ha senso, non si tutela l'economia e si fa uno sgarro all'Italia che non è fatta di stupidi, di conseguenza, se qualcuno mette i dazi sui nostri prodotti vorrà dire che andremo a cercare altri mercati e poi però non si lamentino se non compriamo più certi prodotti o se ne preferiamo altri".

L'allarme dazi sulle esportazioni negli States, che rappresentano il principale mercato di sbocco del vino made in Italy con un valore di 1,5 miliardi, con un aumento record del 4 per cento nel 2018 preoccupa i produttori. I settori colpirebbero anche vino, formaggi e olio di oliva in risposta agli aiuti europei all'Airbus che danneggiano la Boeing che è alle prese con la crisi scaturita dagli incidenti di cui è stato protagonista il jet 737 Max 8. "Il continuo incremento delle esportazioni di spumanti italiani che, trainate dal Prosecco, nel 2018 sono ammontate a un valore di 333 milioni con un balzo del 13 per cento - spiega la Coldiretti -. L'Italia è il primo paese fornitore di vino e spumante con oltre un terzo del mercato complessivo in valore davanti alla Francia (28%). In pericolo ci sono anche altri prodotti simbolo dell'agroalimentare nazionale a partire dall'olio di oliva con le esportazioni che nel 2018 sono state pari a 436 milioni ma a essere minacciati sono anche i formaggi italiani che valgono 273 milioni".

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY