Banner
Banner
09
Apr

La Birra della Settimana - Raw di Moor

on 09 Aprile 2017. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - La Birra della Settimana

di Andrea Camaschella

Ci sono birre che ti colpiscono per la semplicità, altre, al contrario, per la loro complessità. La Raw di Moor mi ha da subito colpito per come ha riscritto una tradizionale real ale inglese. 

Ci voleva un birraio americano, californiano, come Justin Hawke anzitutto per salvare un birrificio chiuso e destinato a scomparire per sempre, nel 2007 e poi per portare un po’ di modernità al panorama anglosassone. Conobbi Justin a Bra in occasione di Cheese nel 2013, grazie al suo distributore italiano, Lorenzo Fortini, di Ales and Co., che lo importava da un anno circa. Ci misi pochi secondi a indovinare che non era inglese: anzitutto capivo quello che mi diceva e poi era curioso di quello che lo circondava, quasi fosse in cerca di ispirazione, anche dai birrai italiani. Dopo averlo incontrato più e più volte, in Italia (sempre presente al Sour festival e occasionalmente in giro per serate o semplicemente per trovare le persone con cui, man mano, ha creato rapporti di amicizia) come in Germania e averlo avuto a più laboratori come compagno di banco (tra gli oratori…) non posso che confermare la prima, piacevole, impressione, che si trasferisce anche alle birre. 


(Justin Hawke)

La Raw, una Best Bitter da 4,5% Vol. di alcol, fu inizialmente prodotta su commissione per la "Real Ale Weston" e la "Royal Artillery Arms", due pub nei dintorni del birrificio, oggi è disponibile anche in lattina.

Si presenta limpida di un bel dorato con riflessi arancioni e ambrati, la schiuma, a grana fine, compatta e persistente, è bianca. Un bel biglietto da visita, non c’è che dire, anzi c’è da portarla al naso, per scoprire i delicati profumi di luppoli e malti. L’olfatto non è travolto, i profumi sono appunto tenui e contenuti, fruttati, floreali, miele, pane, con agrumi in buon evidenza. Le premesse ci sono tutte, è ora di assaggiarla e scoprire il suo carattere e i suoi sapori. L’equilibrio è perfetto, da manuale, tra dolce e amaro, tra secco e corpo. Il dolce scivola via velocemente, ma la secchezza non scopre un amaro scomposto, anzi la sensazione è morbida e l’amaro è percepibile ma ben raccordato. La gassatura è fine e il corpo è slanciato.

Il retro-olfattivo è fruttato, non particolarmente persistente. Tirando le somme è una birra da bere in grande quantità, che grazie alla lattina conserva al meglio le sue caratteristiche organolettiche e infatti non si percepisce ossidazione. In compenso si percepisce – questo sì – la voglia di un altro sorso. La prima reazione, in realtà, è un po’ deludente: la RAW non è più quella di una volta. Fino a pochi anni fa era una birra inglese tradizionale al 100%, con quel crispy, quella sensazione di corpo pieno donata dai malti, che si sentono molto meno di prima: il profumo di biscotti al naso, praticamente scomparso, il sapore dolce del malto che faceva capolino dal corpo, più pieno, una sensazione di appagamento ad ogni sorso.

Poi, ripensandoci, è quello che mi aspetto da Justin: un incontro sull’oceano Atlantico tra la cultura, decisamente tradizionale inglese e quella innovatrice nord americana, una Best Bitter che occhieggia a una Pale Ale. Soprattutto è una birra che racconta dove sta andando, o forse dove dovrebbe andare, la scuola birraria anglosassone: anziché usare esageratamente luppoli americani su struttura di malti anglofila che poco hanno a che fare tra di loro, la RAW disegna il classico percorso inglese di birre da bersi facilmente e in grandi quantità, solo con una ricetta più attuale e molto più elegante, aggettivo che normalmente non si utilizzerebbe per una produzione d’oltremanica. I prezzi: la lattina circa 5 euro, la bottiglia intorno a 7 euro

Rubrica a cura di Andrea Camaschella e Mauro Ricci

Moor Beer Company
Days Road
Bristol BS2 0QS, Regno Unito
Tel: +44 (1179) 414 460
http://moorbeer.co.uk
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Twitter: @drinkmoorbeer

Per informazioni (non fa vendita diretta a privati):
Ales & Co
Via Provinciale Nord, 26
Castello d’Argile
40050 Bologna
Telefono:  +39 051 977819
http://www.alesandco.it
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 

 
Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette
Banner
Banner
Banner

Facebook Fan Box

Banner
Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni
Alessandra Flavetta

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Stefania Giuffrè

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Giovanni Paternò
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it