Banner
Banner
Banner
29
Feb

Viaggio nel mondo dei formaggi Dop siciliani: il pecorino

on 29 Febbraio 2016. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Il prodotto

Continua il nostro viaggio alla scoperta del mondo dei formaggi Dop siciliani. La scorsa volta ci siamo occupati del Piacentinu ennese (leggi qui). Oggi la nostra Clara Minissale ci fa conoscere il pecorino siciliano.

 Tra quelli di origine protetta isolani è certamente il più conosciuto. Il pecorino siciliano dop è il formaggio più antico prodotto in Sicilia e forse addirittura in Europa.
Nel 2015 ha toccato la quota delle 40 tonnellate benché l’annata, secondo gli esperti, non sia stata delle migliori, con troppe piogge e minore produzione di latte. Ma è comunque un dato in crescita se si considera che nel 2014 la produzione si era attestata a 32 tonnellate. “E quest’anno, a giudicare da come è iniziato, si crescerà ancora”, dice mostrando un sano ottimismo Massimo Todaro, presidente del Consorzio che raggruppa una quindicina di soci che, da disciplinare, allevano, caseificano e stagionano.

“Grazie alle piogge dei mesi autunnali che hanno reso ricchi alcuni pascoli - dice Todaro - quest’anno potremo fare le prime marchiature ad aprile invece che a giugno come è consuetudine”. Il pecorino siciliano Dop è meno conosciuto sul territorio nazionale di quello prodotto in centro Italia, ma, negli ultimi anni, si è ritagliato una sua fetta di mercato. “Facciamo un centesimo del pecorino toscano – dice Todaro – ma il nostro è un formaggio qualitativamente migliore. La caseificazione avviene esclusivamente da latte crudo di pecore allevate al pascolo spontaneo, ci avvaliamo di metodi tradizionali di trasformazione del latte, la salatura viene praticata manualmente e la stagionatura in locali ad areazione naturale: tutto questo dà al nostro pecorino dop delle caratteristiche irripetibili al di fuori dell’ambiente di origine. La maggiore richiesta a noi arriva dal mercato interno ma c’è molto interesse anche da parte dei gruppi della grande distribuzione organizzata e qualcuno si sta attrezzando anche per esportarlo sui mercati esteri”.
I margini di crescita, dunque, ci sono e le opportunità anche, secondo gli addetti ai lavori. “Ciò che mi preoccupa – conclude Todaro – è la qualità, l’attenzione al latte, ai pascoli, all’utilizzo delle attrezzature storiche. Io penso in grande ma secondo me il pecorino siciliano dop ha tutte le potenzialità per fare grandi numeri”.

Clara Minissale  

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner
Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Isidoro La Lumia, 98
90139 Palermo
tel. 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni
Alessandra Flavetta
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Stefania Giuffrè

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Giovanni Paternò
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it