Banner
Banner
13
Set

Arcole Doc, meno vitigno e più territorio: ecco le nuove modifiche al disciplinare

on 13 Settembre 2017. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Scenari


(Stefano Faedo)

Arcole Doc: meno vitigno, più territorio. Questo in sintesi quanto emerso nel corso della recente assemblea dei soci che ha approvato le modifiche al disciplinare di produzione già presentate nei mesi scorsi in Regione Veneto.

Le modifiche approvate definiscono una nuova visione della denominazione soprattutto alla luce delle grandi novità introdotte nel territorio Veneto a seguito del riconoscimento della Doc Prosecco, della Doc Pinot Grigio e della modifica del disciplinare per la Doc Garda. Ne emerge una zona di produzione in cui si è deciso di puntare sulla caratterizzazione territoriale piuttosto che sulla varietà dei vitigni proposti. "La Doc Arcole – sottolinea Stefano Faedo, presidente del Consorzio di Tutela - ha oggi la necessità di rivedere tutto l’impianto delle regole produttive, non solo in funzione della forte crescita dei vigneti passati in pochi anni da 2.500 ettari ai quasi 5.000 di oggi, ma anche in funzione di una semplificazione e caratterizzazione della denominazione. Proprio alla luce dell’evoluzione varietale crediamo opportuno snellire il sistema articolato delle tipologie proposte puntando sulla denominazione, rinunciando a tutta una serie di tipologie legate al vitigno che nel corso di questi primi 15 anni non sono stati sufficientemente utilizzate e valorizzate. Per questo l’idea che proponiamo è di concentrare la denominazione su 3 tipologie tese a valorizzare i vitigni a bacca bianca presenti sul territorio con l’Arcole Bianco, l’Arcole Pinot Grigio e l’Arcole Chardonnay e di semplificare in 4 tipologie i vini provenienti dai vitigni a bacca rossa in Arcole rosato, Arcole rosso, Arcole Nero ed Arcole Merlot». Il Nuovo disciplinare di produzione verrà applicato già a partire dalla vendemmia 2018".

Per quanto concerne invece la stagione vendemmiale 2017, a fronte di numerosi eventi metereologici impattanti quali la gelata di aprile e l’estrema siccità di questa estate, nell’insieme le uve presentano una qualità mediamente buona. Le gelate di metà primavera hanno infatti colpito a macchia di leopardo e questo ha condizionato in parte alcune varietà precoci, come il pinot grigio che, complice anche le alte temperature del mese di agosto, ha anticipato la maturazione e quindi la vendemmia. Sui valori organolettici, si prevede una diminuzione dell’acidità a causa del calore che ha parzialmente ridotto il contenuto malico delle uve, ma un grado zuccherino nella norma e in alcuni casi superiore, che favorisce principalmente le varietà a bacca rossa con vini più morbidi e rotondi. Inoltre l’escursione termica della seconda decade di agosto ha permesso di recuperare alcuni valori, ottimizzando così la maturazione. "Dagli ultimi rilievi - conclude il presidente - si evince che le uve sono comunque in uno stato fitosanitario ottimale in quanto la stagione, seppur bizzarra dal punto di vista climatico, non ha permesso lo sviluppo di alcune criticità tipiche come la peronospora e lo oidio. Sono stati infine limitati i danni da scottatura grazie ad una avveduta gestione della parete fogliare".

C.d.G.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette
Banner
Banner
Banner

Facebook Fan Box

Banner
Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni
Alessandra Flavetta

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Stefania Giuffrè

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Giovanni Paternò
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it