Banner
Banner
01
Ago

Un marchio per il pane di Palermo: "Recuperiamo la tradizione di pizziati e vastedde"

on 01 Agosto 2017. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Scenari

L'iniziativa di Slow Food che vuole mettere insieme un gruppo di panificatori palermitani che si impegneranno a produrre il pane come quello di una volta

Un marchio per tutelare il consumatore, ma anche l'impegno dei panificatori a riprendere l'antica tradizione del vero pane di Palermo. 

Con questo spirito di iniziativa, si terrà la prima riunione dei panificatori palermitani il 9 agosto alla Sala delle Carrozze di Villa Niscemi a Palermo organizzata dalla condotta Slow Food. Obiettivo è quello di creare una "Comunità del cibo Pane di Palermo". "Si sta perdendo l'antica tradizione del pane di Palermo - racconta Mario Indovina, fiduciario della Condotta Slow Food - non solo con l'utilizzo dei grani moderni, ma anche sulle forme. E' davvero difficile trovare nei panifici i "pizziati" o le "vastedde". Ecco si parte da qui per cercare di recuperare un'antica tradizione sulle forme e sulle farine". A proposito dei grani, Indovina dice: "Non bisogna demonizzare i grani moderni. Il nostro percorso di scrittura di questo disciplinare, ragguaglierà i panificatori anche sulle farine di nuovo utilizzo". Il pane di Palermo, secondo la tradizione era fatto con farine abbastanza raffinate, come quelle di tipo 1 e 2, "mentre oggi paradossalmente il pane più venduto in città è il semprefresco fatto con farina di tipo 00", dice Indovina. 

Negli ultimi anni la qualità del pane di Palermo è andata via via scemando: "Oggi, con la nuova moda dei grani antichi, si sta assistendo alla diffusione di pane molto diverso da quello della nostra tradizione sia per le tecniche di panificazione tipiche della nostra città sia per tipologie delle farine usate, sia per le forme e, non ultimo, per il sempre più diffuso utilizzo di lieviti chimici, miglioratori e starter - dice Indovina - Un pane buono, pulito, giusto, sano, confezionato nel rispetto delle tradizioni e dei prodotti locali è quanto ci proponiamo". Il progetto prevede l'uso di grani siciliani certificati e garantiti. "Quelli tradizionali provenivano dal corleonese o dal monrealese, ma abbiamo scoperto ricette con farine provenienti dal Veneto - dice Indovina - e stiamo cercando di approfondire". Il nuovo marchio sarà definito a breve e il nuovo Pane di Palermo potrebe entrare a far parte delle mense scolastiche. "Per dare ai nostri figli un prodotto, buono, sano e certificato"; conclude Indovina.

Per aderire al progetto inviare una mail all'indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. oppure telefonare al 348 7274350

C.d.G.

 

 
Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette
Banner
Banner
Banner

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni
Alessandra Flavetta

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Stefania Giuffrè

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it