Banner
Banner
12
Lug

Grani antichi, la Regione Siciliana chiede la revoca delle registrazioni illegittime

on 12 Luglio 2017. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Scenari


(Antonello Cracolici)

L'assessore all'Agricoltura della Regione Siciliana Antonello Cracolici ha inviato una nota di diffida al Ministero dell'Economia, Ufficio registrazioni marchi, e al Ministero delle Politiche Agricole e Alimentari, affinché avviino le procedure di revoca dei marchi di varietà genetiche dei grani che sono stati illegittimamente registrati presso il Ministero dell'Economia da parte di società in difformità alle disposizioni che fanno divieto all'utilizzo di denominazioni varietali ai fini commerciali.

“La Regione ha avviato da settimane le procedure di registrazione di 10 varietà di grani duri antichi presso il Ministero delle politiche agricole, al fine di tutelare la biodiversità che rende unica la regione siciliana – afferma Cracolici - La tutela della biodiversità della nostra Regione costituisce un obiettivo prioritario dell'impegno politico e amministrativo del Governo, e anche grazie alla legge sul "Born in Sicily" tuteleremo il nostro patrimonio genetico sia dei grani e di quelli antichi in particolare, che dei vitigni, così come lo straordinario patrimonio delle varietà arboree che rendono la Sicilia la principale area di biodiversità del Mediterraneo. Non consentiremo a nessuno di scippare un patrimonio genetico straordinario i cui unici detentori sono i siciliani e le sue istituzioni pubbliche. Siamo pronti a far valere in ogni sede, anche giudiziaria, gli interessi della regione". 

Sono dieci le varietà che la Regione Siciliana vuole tutelare: si tratta del Bidì, Romano, Regina, Capeiti, Tripolino, Tumminia, Reste Bianche, Perciasacchi, Russello, Maiorca, Reste Nere. "L'iscrizione al registro nazionale rappresenta una tappa importante ai fini della tutela, della salvaguardia e della valorizzazione dei grani siciliani, che sta alla base della tracciabilità di una filiera garantita a tutela del consumatore e in contrasto con i fenomeni speculativi che si sono registrati negli ultimi tempi", ha concluso Cracolici.

C.d.G.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette
Banner
Banner
Banner

Facebook Fan Box

Banner
Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni
Alessandra Flavetta

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Stefania Giuffrè

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Giovanni Paternò
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it