Banner
12
Gen

Testo Unico, il vino ora è patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico

on 12 Gennaio 2017. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Scenari

Con l'entrata in vigore del "Testo unico del vino", il vino, i prodotti della vite e i territori vinicoli, verranno salvaguardati quali "parte del patrimonio ambientale, culturale, gastronomico e paesaggistico italiano, nonché frutto di un'insieme di competenze, conoscenze, pratiche e tradizioni".

E' quanto prevede l'articolo 1 della "Disciplina organica della coltivazione della vite e della produzione e del commercio del vino". "Quanto di più bello - commenta entusiasta il direttore generale di Federvini Ottavio Cagiano de Azevedo - per il settore; è una cosa bellissima per tutti i produttori e per il Paese che riconosce e si impegna a tutelare il valore del comparto in termini di sostenibilità sociale, economica, ambientale e culturale". Come operatori, continua il dg di Federvini, "non siamo contenti al 100% del Testo Unico ma è un passo che andava fatto. Ci sono ancora retaggi e strozzature burocratiche ma un po' di semplificazione è stata introdotta. Speriamo che i decreti applicativi del Mipaaf aggiungano qualche nuovo taglio lineare ai carichi burocratici e continuino la semplificazione".

Una di queste è stata la "dematerializzazione". Come tutte le novità, il Registro ha spaventato molti,  "ma siamo sopravvissuti al passaggio del primo gennaio. L'investimento - ha precisato Cagiano - è alla portata anche delle piccole aziende e tanto più lo Stato investirà sulla banda larga tanto più migliorerà la vita degli operatori che fanno impresa non nelle grandi città ma in aree rurali e remote. Detto ciò, il ministero delle Politiche agricole ha dimostrato in questo passaggio un atteggiamento collaborativo e formativo. Sta accompagnando sulle strisce pedonali gli imprenditori che vogliono attraversare la strada, e fino ad aprile non sono previste sanzioni in caso di errore. Il Registro è un passo avanti, e gli obiettivi meritano qualche difficoltà in fase di rodaggio".

C.d.G.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette
Banner
Banner
Banner

Facebook Fan Box

Banner
Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni
Alessandra Flavetta

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Stefania Giuffrè

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Giovanni Paternò
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it