Banner
Banner
30
Dic

Pranzo in famiglia, una tradizione per 7 italiani su 10

on 30 Dicembre 2016. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Scenari

Chiamatela tradizione, abitudine, forse un po' pure la crisi, ma al pranzo in casa gli italiani non sanno proprio rinunciare. 

Sette persone su dieci lo consumano ancora fra le mura domestiche. A sottolinearlo è l’Annuario Statistico 2016 dell’Istat, secondo cui l’Italia è ancora ben lontana da un’ampia diffusione del modello basato sul pasto veloce consumato in ufficio, camminando in strada o nei locali. I dati evidenziano infatti che il pranzo costituisce nella gran parte dei casi il pasto principale (66,6% della popolazione), ed essendo consumato in casa nel 72,7% dei casi, permette ad ogni famiglia una scelta sempre più attenta degli alimenti preferiti. Un’abitudine diffusa soprattutto al Sud e nelle Isole (rispettivamente 82% e 83%), rispetto al Nord-Ovest (64%), Centro (68%) e Nord-Est (70%).

Stando ai dati Istat, nel 2016 è stata pari all’81% la quota di popolazione dai 3 anni che al mattino ha avuto l’abitudine di fare una colazione “adeguata”, vale a dire non solo costituita da caffè o al tè, ma nella quale vengono consumati alimenti nutrienti come latte, biscotti e altri prodotti da forno. Un comportamento salutare che è consuetudine soprattutto tra le donne e i bambini, specie se delle regioni del Centro Italia. In generale, la spesa per generi alimentari e bevande nell’anno scorso è stata pari a 441,50 euro al mese. Cifra in leggera ripresa rispetto ai 436,06 euro dell’anno precedente (+1,2 per cento). La quota di spesa alimentare riferita al 2015 è stata pari al 17,7% delle entrate familiari complessive. Come già negli anni precedenti, la spesa per la carne si conferma la voce più rilevante (3,9 per cento), seguita da pane e cereali (3,0 per  cento), vegetali (2,4 per cento) e latte, formaggi e uova (2,3 per cento). Inoltre, rispetto agli anni precedenti, sembra essere in diminuzione la quota delle famiglie che ha tentato di limitare la spesa riducendo la quantità o la qualità dei prodotti alimentari acquistati. Il supermercato e l’ipermercato sono sempre i luoghi più gettonati per la spesa alimentare. Vengono infatti scelti in oltre il 50% dei casi, seguiti dai negozi tradizionali (22%) e dagli hard discount (12%).

C.d.G.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette
Banner
Banner
Banner

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Maria Casiere
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Anna Sampino
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it