Banner
Banner
23
Nov

Da Messina all'olimpo della cucina: la cena a 8 mani per far festa con lo chef Paolo Romeo

on 23 November 2018. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - La degustazione


(Giovanni Porretto, Paolo Romeo, Valeria Zingale, Irene Taormina, Pasquale Caliri, Natale di Maria e Fabio Armanno)

di Alda Fantin, Messina

Messina, porta della Sicilia e quindi ingresso alla sua gastronomia, è da tempo impegnata a capeggiare il rilancio della città dello Stretto sotto i riflettori dell’alta cucina internazionale.

Un proposito oggi diventato realtà anche grazie alla dedizione e al talento di Paolo Romeo, da maggio Executive Chef del "Grecale Ristorante Italiano" di Messina. Un ritorno alla sua città d’origine dopo varie esperienze e collaborazioni in ristoranti di alto livello in Italia e all’estero, con un bagaglio di importanti riconoscimenti (medaglia di bronzo alle Olimpiadi della cucina di Erfurt in Germania e argento ai campionati italiani di Brescia; vincitore del Campionato Italiano del Cous Cous Fest di San Vito Lo Capo e della I edizione di Cibality a Genova) e quella voglia di catturare l’attenzione con piatti fatti ad opera d’arte che ad ottobre 2018 gli hanno aperto le porte di Euro-Toques, la Comunità Europea di cuochi fondata dall’indimenticabile Gualtiero Marchesi.


(La brigata del ristorante Grecale assieme agli chef protagonisti della serata)

Quella di Romeo è una cucina di mare raffinata e ricca di colore, che realizza con perizia, estro, tecnica e una buona dose di “sicilianità”, alla ricerca di gusto ed equilibrio in ogni piatto. Abbiamo avuto l’occasione di assaggiarne alcuni alla cena gourmet a otto mani che si è tenuta al ristorante Grecale per festeggiare l’ingresso dello chef nella prestigiosa associazione di cuochi presieduta da Enrico Derflingher (tra i suoi iscritti Heinz Beck, Massimo Bottura, Enrico Crippa, Niko Romito e Ciccio Sultano). Tra gli obiettivi di Euro-Toques, quello di valorizzare le materie prime del territorio, i piccoli produttori e il loro legame con la terra. Da qui il menu ideato per la serata, un racconto di Sicilia attraverso le sue eccellenze con insoliti abbinamenti dal gusto inedito. Ai fornelli, insieme a Romeo, si sono alternati lo chef Giovanni Porretto, delegato regionale di Euro-Toques Sicilia, Pasquale Caliri, chef del ristorante Marina del Nettuno di Messina, e Fabio Armanno della brigata del ristorante Timeo di Taormina. 

Ecco, di seguito, il ricco menu della serata abbinato ai vini siciliani dell’azienda Duca di Salaparuta



Entrée a sorpresa - La cena ha preso il via con una fantasiosa e colorata serie di piccole entrée a cura dello chef Romeo: Gelée all’arancia, maionese di acciuga e granella di nocciole dolci salate



Pasta reale farcita con tuorlo d’uovo e bacon e cubetti di tartare di fassona con zucca rossa e mandorle tostate



Ostriche al vapore con mousse di cioccolato bianco e lamponi

Passion fruit con tartare di tonno, caprino al limone e soia al sesamo e panino al burro con hamburger di gambero rosso e insalata di cavolo cappuccio aromatizzata alla soia 



Antipasti - Carpaccio di orata, puttanesca di gambero rosso di Mazara e gelato al pane di tumminia (chef Paolo Romeo)



Un omaggio dello chef Romeo ai colleghi palermitani presenti alla serata: panella liquida con farina di ceci e croccante di seppia e gambero rosso di Mazara. In abbinamento Duca Brut, prodotto con metodo Martinotti-Charmat, da uve Grecanico e Chardonnay.

Primo - Riso con vongole, polvere di cappero, prezzemolo, insalatina di mare e limone candito (chef Giovanni Porretto). In abbinamento Colomba Platino, storico vino delle cantine Duca di Salaparuta prodotto nella tenuta di Risignolo (Marsala).



Secondo -  Cubo di ricciola con olive e timo su spuma di patate, borragine e pomodoro confit (chef Fabio Armanno). In abbinamento il grillo Kados, uno dei vini più versatili dell’azienda, anch’esso prodotto nella tenuta di Risignolo.



Pre-Dessert -Una sorpresa a cura di Paolo Romeo: sorbetto all’arancia con zenzero e insalata di finocchio aromatizzata al ginger

Dessert (chef Pasquale Caliri) - Namelaka formulata con cioccolato bianco accompagnata da streusel alle mandorle, litchi e salsa di lampone caramellata, assieme a lamponi croccanti, mandorle morbide e polvere di lamponi. In abbinamento Florio Morsi di luce, vino da dessert prodotto con uve Zibibbo coltivate sull’isola di Pantelleria.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY