Banner
Banner
Banner
11
Mar

Natale Giunta: "Cucinare è una forma d'arte. Non sopporto chi estremizza tutto"

on 11 Marzo 2019. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - L'iniziativa

LO CHEF DEL MESE - Creativo di certo, un pizzico di sana follia. Alla ribalta per la partecipazione alla trasmissione Rai "La Prova del cuoco", ma lui resta con i piedi ben piantati per terra: "Amo il mio lavoro. Tradizione e innovazione possono convivere"


(Natale Giunta)

di Annalucia Galeone

E' creativo, folle e perseverante. Ama il suo lavoro, senza non potrebbe vivere. Lui è Natale Giunta lo chef e imprenditore originario di Termini Imerese in provincia di Palermo, noto al grande pubblico grazie al successo del programma televisivo "La prova del cuoco".

L'amore per i fornelli è sbocciato tra le mura domestiche, per gioco, respirando i profumi della moussaka, del riso con le foglie di pino e dei biscotti con la pasta kataifi e miele preparati dalla bisnonna e dalle zie materne di origine greca. Dopo gli studi all'alberghiero ha seguito numerosi corsi di specializzazione, ha fatto stage ed è riuscito a laurearsi in scultura all'Accademia delle Belle Arti. L'anno scorso ha inaugurato a Palermo "Passami u coppu", un nuovo format, una friggitoria d'arte per valorizzare lo street food siciliano. I pavimenti sono in maioliche dipinte a mano e gli arredi pezzi di antiquariato. Ogni cosa è realizzata a vista, i panini d'autore, i fritti dolci, (zeppole, casatelle), e salati (arancine, panelle, paranza di verdure, milza e pesce). La sua è una cucina diretta, legata alla tradizione regionale e italiana, attenta alle novità. L'ha alleggerita, l'aglio è bandito, meglio esaltarla con gli agrumi, le erbette e soprattutto le spezie. La liquirizia, la cannella, il cumino, sono la sua passione, gli odori dell'infanzia, li acquista nei mercatini di quartiere e nei viaggi in Oriente. 

“Tradizione e innovazione possono convivere - afferma Natale Giunta - rispetto tutte le forme di espressione, ma non la disperazione, ovvero le estremizzazioni. La ricerca ossessiva del nuovo è solo sfogo per il proprio ego. Il ristorante deve tener conto della tipologia di territorio e del cliente. Cucinare è per me una forma d'arte, è un po' come dipingere con i mestoli al posto dei pennelli, il cibo al posto delle tempere e i piatti al posto delle tele, come tutte le arti genera forme, colori e sensazioni e si nutre di ispirazione, cultura e istinto. Le mie migliori idee nascono in viaggio, soprattutto in aereo scarabocchiando appunti su un pezzo di carta”.

Nel 2013 ha aperto a Palermo il ristorante "Castello a Mare" in una location suggestiva, nella cala del porto, nell'unico parco archeologico della città. I coperti sono 40. E' in corso il restyling. Grigio e tortora saranno i nuovi colori, l'arredo moderno, la mise en place senza tovaglia. Il menù segue la stagionalità, cambia ogni tre mesi. Il nuovo è focalizzato su verdure, pesce ed erbette. Non può mancare il dolce diventato un must, il gelato al limone e vaniglia con crumble di pistacchio. La cantina ha 300 etichette regionali, nazionali, internazionali e bollicine.

“Il cuoco non è più quello di una volta – sottolinea Natale Giunta -. Sono in tv da 14 anni, le devo molto ma rimango me stesso, piedi ben saldi a terra e nessuna esaltazione. Il mio palcoscenico è la cucina. Nonostante gli impegni sono molto presente nel mio locale, almeno cinque giorni su sei. Alle nuove leve abbagliate dai riflettori bisogna insegnare lo spirito di sacrificio e il senso di responsabilità, far capire che è un mestiere fatto di studio, ricerca e approfondimento continuo. Prima di mettere mani alle pentole occorre saper fare le pulizie, conoscere le tecniche di conservazione e gli ingredienti.  Da vent'anni non festeggio a casa le feste e i compleanni, mentre gli altri si divertono, noi lavoriamo. Sai quando inizi e non quando esci. Il cuoco bello e figo è un'altra storia”.

Ristorante Castello a mare
via Filippo Patti 2 - Palermo
t.345 0743095
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Chiuso: lunedì
Orari: pranzo 12-15; cena 19-23
Ferie: variabili
Carte di credito: tutte
Parcheggio: no

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY