Banner
Banner
Banner
20
Nov

E' tempo di bollicine di montagna: via alla rassegna Trentodoc. I nostri 5 imperdibili

on 20 November 2016. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - L'evento

di Ilaria de Lillo 

Trentodoc è passione, tradizione e innovazione. Ritratto di questo territorio dalla natura monumentale, l’inestimabile valore dei luoghi d’arte e la varietà climatica è proprio la manifestazione che vede protagoniste ben 45 cantine votate alla produzione dello spumante trentino, per un totale di 113 etichette.

In questa dodicesima edizione di Trentodoc organizzata dalla Camera di commercio di Trento, dall'Istituto Trento Doc e dal Consorzio tutela vini del Trentino, l’obiettivo di valorizzare le bollicine delle montagna si fa ancora più ambizioso. Fino all’11 dicembre presso Palazzo Roccabruna appassionati e curiosi potranno degustare le eccellenze del Trentino e conoscere tutti i profumi e i sapori del Trento Doc. Metodo Classico, quindi rifermentato in bottiglia, esclusivo e riconoscibile, il Trento Doc si veste di personalità e unicità nelle mani dei produttori. Alla base c’è un vino fermo da uve Chardonnay, Pinot nero, Pinot bianco e Pinot meunier a cui si aggiungono zuccheri e lieviti. Una volta imbottigliato e lasciato riposare per qualche settimana, il vino viene riposto a testa in giù sulle pupitres, cavalletti dai quali le bottiglie vengono periodicamente inclinate e rotate. Il riposo in cantina che va dai 15 mesi del Brut, ai 24 mesi del Millesimato, ai 36 mesi del Riserva permette ai lieviti di posarsi. Ogni produttore personalizza questo processo in base al clima, al territorio e al proprio desiderio di sperimentare per ottenere un prodotto sempre diverso, sempre straordinario.

Tra una degustazione dal Garda a Rovereto, dal Brenta a Lavico Terme, abbiamo selezionato 5 cantine da provare.

Il Brut bianco di San Michael, a San Michele dell’Adige (Val di Cembra): uno spumante non millesimato 80% Chardonnay e 20% Pinot Nero, sui lieviti 36 mesi. La vinificazione avviene in botti d’acciaio e la fermentazione senza malolattica preserva la freschezza dello spumante. Si vede e si sente: colore giallo pieno, uno spiccato profumo di frutta bianca e fiori appena si accosta il naso al calice, effervescenza avvolgente in bocca. Al palato ha un’impronta decisa e lentamente il fruttato lascia posto a un retrogusto speziato.

Altra eccellenza è il Rosè firmato dai fratelli Zanotelli, 80% Chardonnay e 20% Pinot Nero. Colpisce subito il colore: rosa antico brillante, che ipnotizza osservando le bollicine roteare in un abisso rosato. Nel profumo si riconoscono subito note di frutti rossi, ribes, more e lamponi che accompagnano nel gusto sensazioni di freschezza e leggerezza. Sicuramente un vino elegante per un aperitivo speciale.

Da una cantina scavata nella roccia nel 1200 Giorgio e Willy Zeni realizzano la rifermentazione del suo Brut 100% Chardonnay. Il millesimato del 2010 ha una spinta in più. Il colore è giallo paglierino con riflessi verde lime; in una prima battuta la mediocrità del profumo inganna, perché bisogna appassionarsi e affinare l’olfatto alla scoperta di questo spumante per coglierne il profumo fruttato fine ed elegante. Piacevolmente alcolico (13%), di buona acidità, è uno spumante secco che fa sbocciare una tavola imbandita con menù a base di pesce e dolci alla crema.

Maso Nero è un’antica residenza agricola sulle colline avisane. Il Maso Nero Riserva è una scommessa (vinta) della famiglia Zeni: 100% Chardonnay, 58 mesi sui lieviti, vinificato in purezza. Colore spiccato e bouquet complesso, in cui i sentori di cioccolato bianco e frutta passita si uniscono a un gradevole odore di zolfo. Un Trentodoc evoluto, uno spumante importante con una buona struttura e persistenza.

L’Altinum Riserva Extrabrut della Cantina Aldeno è uno spumante regale, che si impone sulla tavola e la adorna grazie al suo colore carico dorato. E’ ottenuto da uve Chardonnay, Pinot Bianco e Pinot Nero. Se il colore intenso abbaglia, il profumo altrettanto deciso richiama immediatamente alla freschezza degli agrumi e alla dolcezza del miele. Il gusto pieno e avvolgente. L’eleganza in un calice.

ALCUNE FOTO DELL'EVENTO













 

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner
Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Isidoro La Lumia, 98
90139 Palermo
tel. 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni
Alessandra Flavetta
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Stefania Giuffrè

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Giovanni Paternò
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it