Banner
Banner
25
Set

Il trionfo "dell'oro verde" al Fastuca Fest: "Il pistacchio come volano di questo territorio"

on 25 Settembre 2018. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - La manifestazione


(Il team del Fastuca Fest - ph Paola Butticé)

La festa del pistacchio "Fastuca Fest", a Raffadali in provincia di Agrigento, si è conclusa con un risultato che ha superato le aspettative

Cinquantamila visitatori hanno partecipato alle attività organizzate durante i tre giorni della manifestazione. “Sono stati tre giorni di emozioni e sorrisi all’insegna del gusto del pistacchio di Raffadali – ha affermato Salvo Gazziano, organizzatore dell’evento - Abbiamo visto i visi orgogliosi della nostra comunità e abbiamo sentito che l’amore per il nostro territorio è vero ed infinito. Questo era ed è l’effetto che cerchiamo, tradizione e innovazione, gusto e divertimento. Poi ci siamo noi del team, stanchi, talvolta nervosi ma sempre sul pezzo senza mai perdere di vista l’obiettivo. Fastuca Fest deve essere indimenticabile. Adesso per noi è tempo di riposo, fare mente locale, confrontarci, individuare gli errori e studiare per superarli. Ma siamo molto soddisfatti del risultato raggiunto e non vediamo l’ora che il nostro pistacchio ottenga il marchio Dop”.


(Damiano Ferraro - ph Paola Butticé)

Nel corso dell’ultima giornata della manifestazione, protagonista del cooking show è stato lo chef Damiano Ferraro del ristorante di Montallegro, in provincia di Agrigento, Capitolo Primo. Con lui un ennesimo trionfo per il pistacchio di Raffadali che è stato il prodotto principe dei suoi due piatti: una millefoglie con pesce spada, pomodorino e pistacchio e un’arancina monachina con ricotta, accompagnata dal gelato al pistacchio della pasticceria Le Cuspidi. Durante la presentazione, lo chef ha ribadito l’importanza della territorialità e della stagionalità dei piatti, che sono creati proprio a partire dall’ispirazione che la conoscenza delle materie prime può dare.


(ph Paola Butticé)

Un invito poi ai giovani che vogliono diventare chef: “Imparate a fare sacrifici. In cucina bisogna stare almeno 12 ore al giorno e bisogna fare esperienza prima di ambire al successo. C’è tempo per la tv o per altri riconoscimenti, ma non bisogna mai tralasciare il lavoro. La serietà e la professionalità pagano più di ogni altra cosa”. In abbinamento al primo, è stato servito il Catarratto Benedè della cantina Alessandro di Camporeale e in abbinamento al dessert il moscato della cantina Corbera. Contemporaneamente è andato in scena un cooking show con la partecipazione dell’Associazione Italiana Cuochi.

C.d.G.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Maria Casiere
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY