Banner
Banner
Banner
10
Mag

Lo chef Andrea Cannarile, da Cannavacciuolo alla stella Michelin: "Così interpreto la Puglia"

on 10 maggio 2016. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Il personaggio


(Andrea Cannalire)

di Roberto Chifari

A ventinove anni si può essere già grandi, a ventinove si può essere affermati chef o si può ambire a conquistare una stella Michelin.

Andrea Cannalire ci è riuscito cinque mesi fa in un territorio che sta crescendo di anno in anno a livello gastronomico. Il ristorante è “Il Cielo” del Relais a cinque stelle “La Sommità” di Ostuni, il più giovane chef pugliese a ricevere la stella Michelin. Da un anno e mezzo Cannalire è approdato nella struttura di Gianfranco Mazzoccoli, patron del gruppo Cedat85. Il Cielo, in Puglia, è l’unico ristorante ‘stellato’ interno a una struttura ricettiva con 5 stelle. All'interno del relais il ristorante cerca da tempo di proporre una cucina innovativa basata sulla qualità dell’eccellenza del prodotto del territorio con le ricchezze provenienti da tutto il mondo.

Una cucina attenta al territorio e un menù che cambia ogni sessanta giorni seguendo l'alternarsi delle stagioni. Cannalire negli ultimi anni dopo la formazione all’istituto alberghiero di Brindisi, ha cominciato con Teresa Galeone al “Già sotto l’Arco” di Carovigno in provincia di Brindisi per passare anche alla corte di Antonino Cannavacciuolo nel suo Villa Crespi di Orta San Giulio (Novara). E proprio con lo chef Cannavacciuolo che Cannalire impara il mestiere. Uno stage di sei mesi nelle cucine di uno degli chef più famosi d'Italia. “Sono stati mesi intensi - racconta Cannalire -, mi sono dovuto pagare le spese e sono rimasto lì finché ho potuto, ma mi ha permesso di crescere”.  

Da Novara a Parma e quindi i passaggi a Parigi prima e allo Schuman di Ispra in provincia di Varese poi. Un girovagare da nord a sud passando dal Magnolia di Cesenatico e infine l’approdo a Milano a L’Unico sotto Fabio Baldissone e al Pont de Fer. Dieci anni in giro per l'Italia prima di approdare al relais “La Sommità”. “Il nostro motto – commenta Gianfranco Mazzoccoli, amministratore delegato della struttura – è valorizzare i giovani talenti del territorio e con Andrea lo abbiamo fatto”. Di Cannalire fino a qualche mese fa si sapeva poco o nulla, ma il suo lavoro e soprattutto i suoi piatti hanno conquistato i palati più esigenti. “La mia – spiega lo chef Andrea Cannalire – è una cucina non tradizionale ma innovativa che pure utilizza molto i prodotti del territorio pugliese”. Una cucina molto attenta alla presentazione dei piatti, un menù che cambia ogni 60 giorni, come “l’uovo e farina”, dal nome sembra un antipasto e invece è un dolce a base di cioccolato bianco dal sapore raffinato “in onore di mio padre – racconta – che aveva un’azienda avicola e che mi ha permesso di fare il lavoro che mi piaceva”.

Non mancano, e non potrebbe essere diversamente, i piatti tipici della cucina pugliese ristrutturati e ripensati però in chiave creativa come “le Cime di Rapa alle Orecchiette”, il piatto per eccellenza della gastronomia pugliese dove il protagonista sono le cime presentata con un’essenza di Orecchiette. Ogni piatto è accompagnato da un'accurata selezione di vini del territorio. La cantina è stata ricavata dalle tre antiche cisterne che in passato erano utilizzate per l'olio e che oggi invece accolgono centinaia di etichette provenienti un po' da tutto il mondo. Insomma se passate da Ostuni, una tappa in questo ristorante è obbligatorio per conoscere uno degli chef più promettenti del sud Italia. 
 
Ristorante Cielo
via Scipione Petrarolo 7 - 72017 Ostuni (Br)
Tel 0831336408
www.lasommita.it
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner
Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Isidoro La Lumia, 98
90139 Palermo
tel. 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Roberto Chifari
Daniela Corso
Ilaria de Lillo
Lorella Di Giovanni
Alessandra Flavetta
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Stefania Giuffrè

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Giovanni Paternò
Geraldine Pedrotti
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Giorgio Romeo
Rosa Russo
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it