Banner
Banner
12
Apr

Il "re" cannolo: è questo quello più buono della Sicilia

on 12 Aprile 2019. Pubblicato in Archivio articoli dal 05/04/2011 - Il concorso


(Lo staff Biscari)

Il cannolo, sovrano dei dolci siciliani che, accanto alla sua regina, la cassata, impera sulle tavole dei siciliani, non solo durante le feste comandate, ma anche la domenica (che per i siciliani è comunque una festa) ha davvero una serie di diverse interpretazioni, tutte diverse, e tutte, ugualmente buonissime.

Ne ha dato prova la terza edizione del “Cannolo Festival”, che si è tenuta a Palermo al Sanlorenzo Mercato, in occasione del quale sono stati degustati oltre 5 mila cannoli, farciti con più di 6 quintali di ricotta, che si è conclusa, come gli anni precedenti, con la proclamazione di un vincitore, anzi due. Questa esperienza testimonia che esistono tanti cannoli quanti sono i pasticcieri siciliani che sostengono di preparare la ricetta originale. In questo caso i maestri pasticcieri erano quattro provenienti da tre province diverse, ciascuno custode di ricette secolari,  tramandate da generazione in generazione da cui sono derivate altrettante interpretazioni di cannolo totalmente differenti l'uno dall'altra. Il risultato è stato eccellente in tutti i casi, e, soprattutto, ha evidenziato quanto la gastronomia, e la pasticceria in questo caso, siano in grado di raccontare ed evidenziare le differenze culturali del medesimo territorio.

Se,  per il terzo anno consecutivo, il giudizio popolare ha scelto il cannolo dei Fratelli Biscari della Pasticceria del Corso di Santa Cristina Gela (Palermo), vincitori delle prime due edizioni, la giuria tecnica ha dato la propria preferenza a quello del Bar Vultaggio di Fulgatore (Tp), a pochi chilometri da Dattilo (Tp),  che ha avuto il delicato compito di rappresentare la provincia di Trapani, famosa per uno stile unico e inconfondibile già nella forma della scorza (più allungata e appuntita), ma soprattutto nella lavorazione della ricotta (più grezza e meno setacciata), per veri intenditori.


(Lo staff Vultaggio)

Non  eno golose le proposte di Giorgio Clesceri della pasticceria Clesceri a rappresentare Piana degli Albanesi, noto ormai come “il paese dei cannoli”, custode di una tradizione secolare e di ricette che ancora oggi nascondono segreti di produzione gelosamente custoditi e, in ultimo ma non ultimo, quello di  Lillo Freni da Messina, vero e proprio ambasciatore del gusto del proprio territorio   volto televisivo di Alice, canali Rai e di alcune tv regionali e locali, che ha presentato la versione messinese nel cannolo, sfatando il pregiudizio che la Sicilia orientale non possa produrre cannoli degni di questo nome.


(Ernesto Maria Ponte e Giovanni Pace)

Durante il fine settimana sono state  allestite quattro postazioni, una per ognuno dei maestri pasticceri, e i visitatori hanno avuto la possibilità di assaggiare i quattro cannoli in gara con un ticket degustazione, per poi votare il preferito. Il voto popolare ha così, incontrato quello di una giuria tecnica, formata dal maestro pasticcere Giovanni Pace, la giornalista enogastronomica Manuela Zanni, Laura Martino e Roberta Lo Cascio di “Le Saporite” e, infine, il comico Ernesto Maria Ponte, qui nell’inedita veste di gran goloso ed appassionato di cibo. Il voto della giuria tecnica si è unito a quello popolare evidenziando due preferenze.


(La giuria con i vincitori)

Friabilità della scorza, presenza di cacao o di caffè nell’ impasto, finezza e dolcezza  della crema di  ricotta, presenza di  cioccolato  in gocce o scaglie, canditi,  granella di pistacchio  o mandorle, sono alcune delle  variabili che i giudici hanno valutato durante la degustazione approfondendo  gli ingredienti e le tecniche di lavorazione, custoditi dalle famiglie di produttori e tramandati di generazione in generazione, fino ad esprimere la propria preferenza. Anche per i celiaci  è stato possibile gustare il cannolo servito in un’apposita  postazione in collaborazione con l’Associazione Italiana Celiachia (Aic) in cui è stato  servita una cialda senza glutine, riempita al momento con ricotta fresca di pecora . Spazio anche ai bambini che domenica mattina hanno imparato a preparare i cannoli durante un laboratorio, organizzato da Palermo Bimbi nell’apposita area del Mercato,  partendo dall’impasto della scorza, fino alla lavorazione della ricotta e la decorazione con i canditi freschi.

Manuela Zanni

Share

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Siamo online da
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Publisette

Facebook Fan Box

Banner

Ultimi commenti

Area Riservata

 

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Webmaster e
Web&Graphic Designer:
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY